Grande successo per la “Festa della Pipa” di Cagli

2
104

CAGLI – È un evento completamente rinnovato dedicato agli appassionati ed ai collezionisti dell’artigianato artistico e della cultura del bello.
Si tratta della “Festa della Pipa”, giunta alla 23^ edizione, svoltasi da venerdì 19 a domenica 21 maggio a Cagli.
Protagonisti indiscussi della manifestazione i maestri pipai, specialisti del settore ed artigiani in grado di creare oggetti unici, di fronte ai quali non si può non rimanere affascinati ed incuriositi per il design e la ricerca, uniti alla capacità di lavorazione della radica.
Organizzatore della kermesse, il “Pipa Club Italia“, insieme all’amministrazione comunale,  alla Regione Marche ed alla Confartigianato, che ha fatto vivere tre giornate di ripartenza, di rivincita e di vero e proprio risveglio di Cagli.
Un programma ricco di tradizioni e novità con gli stand dei produttori di pipe dislocate nella piazza, degustazioni e percorsi alla scoperta degli angoli della città con le botteghe artigiane.
Coinvolta anche la scuola alberghiera di Cagli con sede distaccata a Piobbico che ha accolto con le sue specialità tutti i visitatori durante i tre giorni.
Giornata clou quella di domenica, in cui si è disputata la prima prova del 52° campionato italiano di ‘lento fumo‘ in cui una cinquantina di persone – tra cui il campione del mondo Gianfranco Ruscalla – hanno acceso e degustato la loro pipa, con una quantità minima di tabacco.
Una grande opportunità per dare visibilità alle imprese e incrementare l’attività turistica che ha fatto trascorrere un fine settimana immerso tra storia, arte e natura.

Cristiana Guerra

2 COMMENTS

  1. Ottima idea fare festa a pochi chilometri da dove era appena avvenuta una tragedia in cui hanno perso la vita 9 persone. Vedo che anche il vostro giornale ne porta amplia testimonianza. Infischiandosene dei probabili problemi alle infrastrutture che avrebbero dato accesso alla città di Cagli.
    Si è rinviato un Gran Premio di Formula 1 e non si poteva rinviare questa festa?
    40 persone all’aperitivo, 40 alla cena, se si considera che tra questi c’erano anche gli espositori dov’è questo incredibile successo? L’oggetto pipa degradato a merce in esposizione su bancarelle per strada, quando per anni si era voluto una cornice adeguata, il Palazzo Mochi-Zamperoli, al contrario sfruttato solo per la “mondanità” di eventi poco attinenti con il mondo del fumo lento e della pipa.
    Cagli non è più la festa della pipa, al massimo un raduno dei pochi pipe maker che ancora ci credono.

  2. Rispondiamo al Sig. Persano, poiché per qualche motivo a noi sconosciuto, da tempo commenta tutto ciò che riguarda l’organizzazione della Festa della Pipa di Cagli 2023, con chiaro intento polemico, senza averne preso parte attiva ne tantomeno come visitatore.

    La 23^ Edizione della Festa della Pipa di Cagli è giunta al termine: un ringraziamento speciale va a tutti i visitatori e agli organizzatori.
    Desideriamo sottolineare l’impegno profuso da parte di tutti gli organizzatori ed i partner, che hanno permesso il totale rinnovo della 23^ Festa della Pipa.
    La scelta della data è stata fatta nel rispetto del Calendario delle Manifestazioni della Città di Cagli, unitamente al Calendario delle Manifestazioni del Pipa Club Italia; appositamente date le scarse affluenze riscontrate nell’edizione 2022 si è evitato di far coincidere la Festa con il 2 Giugno, come per l’appunto lo scorso anno.

    Il focus principale era far abbracciare la Festa della Pipa al Territorio e viceversa: per una valorizzazione sinergica delle realtà al fine di realizzare un’offerta varia per appassionati di Pipa e alle loro intere famiglie.
    I contenuti sono stati molti e il lavoro da parte delle Associazioni e delle attività che vi hanno preso parte è stato intenso ed incessante.
    Le attività Cagliesi sono state attivamente coinvolte nella Manifestazione ed hanno partecipato in modo concreto e reale alla tre giorni.
    Per permettere alla Città di accogliere la Festa della Pipa, la manifestazione si è svolta all’esterno. Questa scelta è stata fatta in considerazione delle passate edizioni, durante le quali molti espositori avevano manifestato la preferenza di rimanere all’esterno, esponendo di fatto nella Piazza del Teatro e in Via Alessandri, anziché all’interno del Palazzo Mochi Zamperoli.

    Per onorare i numerosi ordini di merci deperibili e gli impegni economici assunti da parte dell’Amministrazione Comunale e da parte del Pipa Club Italia, la manifestazione si è svolta ugualmente, ma tenendo ben presente il rispetto verso la situazione emergenziale che ha colpito l’Emilia Romagna al quale va tutta la nostra solidarietà.
    I contenuti sviluppati e la soddisfazione manifestata da parte degli organizzatori e partner coinvolti, nonché attività locali, hanno confermato l’ottima riuscita di questa edizione e le affluenze numeriche a tutte le attività realizzate, ne sono la comprova.
    Uno speciale ringraziamento va ai nostri Partners Ufficiali: Pipa Club Italia, Confartigianato Imprese Ancona – Pesaro e Urbino, Slowfood Catria e Nerone, Itagency srl, P.erre Italia, Trattoria Sora Lella Roma, Bottega Pascucci Cagli, Caffè del Teatro Cagli, Marcantognini I Colori del Cioccolato, La Via Maestra, Triglia di Bosco, Istituto Istruzione Superiore Giuseppe Celli (Cagli – Piobbico), Collesi, Teatro Alte Marche, Associazione Turistica Pro Loco Cagli e tutte le attività Cagliesi attivamente coinvolte e che si sono rese parte attiva e preziosa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here