FDI Fano: il commercio chiede sicurezza

0
622

FANO – L’intervento sulla sicurezza a Fano ad opera del presidente della Confesercenti non va lasciato cadere nel vuoto. Il tema della sicurezza, come ricordano i frequenti episodi di cronaca, non da ultimo l’accoltellamento avvenuto al Pincio, è divenuta oramai una priorità inderogabile perché la criminalità non colpisce solamente i privati ma si riflette sullo sviluppo commerciale dell’intera città di Fano specialmente per quello che riguarda il centro storico. La Città della Fortuna per ripartire anche dal punto di vista commerciale ha bisogno di sentirsi sicura. Fano non era mai stata abituata ai recenti eclatanti fatti di cronaca ed è facilmente percepire nelle persone un senso di insicurezza a spostarsi da sole od in luoghi isolati e bui. Occorre quindi progettare concretamente la sicurezza del territorio.

Purtroppo l’Amministrazione di centro sinistra capitanata da Seri non ha adottato politiche concrete per il monitoraggio del territorio ed il contrasto del crimine di concerto con le altre Forze dell’Ordine. Questa amministrazione tenta continuamente di nascondere i problemi della sanità e della sicurezza con qualche taglio di nastro o con qualche spot comunicativo che sa molto di campagna elettorale che vedono il gradimento del centro sinistra in caduta libera.
Fano non è sicura ed i cittadini chiedono politiche chiare e durature per garantire l’incolumità e la tranquillità.
Purtroppo i silenzi del Sindaco e dell’Assessore alla pseudo Legalità in tema di sicurezza sono un cattivo biglietto da visita per la tutela del nostro territorio dove anche le attività commerciali per prosperare ed investire hanno bisogno di un ambiente sicuro che possa attrarre e richiamare la clientela. Forse è il caso che il primo cittadino se la smetta di farsi fotografare ad ogni angolo della città per farsi pubblicità ed inizi ad incontrare le Forse dell’Ordine concordando con queste ultime una azione sinergica di prevenzione e controllo della criminalità.
E’ troppo comodo lodare l’operato delle Forze dell’Ordine quando raggiungono risultati positivi e poi negare il contributo dell’Amministrazione Comunale. I grandi risultati ottenuti dalle Forze dell’Ordine, nonostante le grandi difficoltà che devono affrontare a causa della mancanza di personale e mezzi, non sono il frutto delle lodi del Sindaco ma dell’impegno quotidiano delle donne e degli uomini in divisa. Per garantire la sicurezza pubblica non basta autocelebrarsi per le quattro telecamere poste nei punti strategici della città ma occorre uno sforzo continuo ed una capacità di progettazione a medio termine che sembra mancare a questa Giunta di celluloide fondata sui comunicati stampa.
L’Amministrazione si deve adoperare per incentivare la possibilità sia per i privati che per i commercianti di poter installare delle telecamere attraverso un accordo speciale tra una ditta specializzata che consenta un prezzo di installazione accettabile ma che garantisca la presenza di tanti occhi elettronici nella città. Questo potrebbe essere un modo per rendere più sicura una città che di fatto, rispetto ad altre città, non ha un adeguato controllo di videosorveglianza.
Voglio sperare che l’Amministrazione comunale smetta di tollerare pigramente l’illegalità e si ponga realmente al servizio della cittadinanza puntando su una videosorveglianza agevolata, diffusa ed integrata capace di monitorare costantemente il territorio .
Serve una vera presa di coscienza da parte del centro sinistra che “sgoverna” la città e la chiara volontà di condividere un progetto organico per raggiungere lo scopo comune della sicurezza. Purtroppo questo centro sinistra che governa goffamente Fano non ha ancora compreso che in tema di sicurezza non esiste il primo della classe e che i comunicati servono a ben poco. Speriamo che il centro sinistra si svegli, soprattutto il Sindaco Seri forse troppo impegnato ad ascoltare gli umori del Sindaco di Pesaro Matteo Ricci e gli ordini del Partito Democratico .

Stefano Pollegioni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here