Fano promuove la lettura e viene premiata: in arrivo dal ministero 20.000 euro

0
525

FANO – In arrivo per le biblioteche fanesi 1.000 nuovi libri e 20mila euro direttamente dal Ministero della Cultura. La Città della Fortuna, che recentemente ha partecipato e vinto un bando ministeriale diventando “Città che Legge”, si è aggiudicata il primo posto tra le città del centro Italia e tra le dieci migliori realtà della penisola che credono che la lettura sia strategica per la governance di una città. Il progetto presentato, dal titolo “Crescere con le parole giuste”, prevede 40 iniziative fino alla fine dell’anno e coniuga lettura e legalità e, ovviamente, vede coinvolti in maniera primaria gli studenti che potranno usufruire di mille volumi in più (10mila euro il costo totale) che saranno distribuiti nelle 15 biblioteche scolastiche cittadine. Capofila del progetto è stata la Memo e il Sistema Bibliotecario del Comune con il quale hanno collaborato il Cd San Lazzaro, il Cd Sant’Orso, Ic Gandiglio, l’Ic Nuti e l’Ic Padalino per un totale di 25 soggetti coinvolti tra insegnanti, bibliotecari, enti e associazioni. Il primo evento tangibile sarà il “Maggio dei libri”, con 9 feste organizzate in 11 scuole che hanno così risposto all’appello del Cepell (Centro per il Libro e la Lettura). Ad aprire le proprie porte per prima sarà la Padalino il 4 maggio e successivamente toccherà a Nuti (8), Carrara/Cuccurano (12), Luigi Rossi (15), Gentile (26), Corridoni (28), Montessori (29), Decio Raggi (30), Gandiglio (31). I mesi estivi sarà la volta di “In vacanza con le parole”, ovvero letture ad alta voce, giochi e caccia al tesoro per preparare gli studenti al “Settembre pedagogico”, ovvero una serie di incontri di aggiornamento sui libri, e ai laboratori ad alta voce dove 20 classi affronteranno un percorso dedicato alla lettura ad alta voce con degli incontri laboratoriali con attori professionisti. Il progetto prevede poi altri appuntamenti nei mesi di ottobre, novembre e dicembre con tanto di incontri con gli autori. “L’attuazione di questo progetto – ha spiegato l’assessore Samuele Mascarin – rende merito all’attività che il servizio bibliotecario cittadino svolge da anni e di cui tutti possiamo andare orgogliosi”. Soddisfatta anche Valeria Patregnani, responsabile del sistema bibliotecario che ha evidenziato come scuole e biblioteche siano legate a doppio filo e stiano consolidando una rete che cresce giorno dopo giorno”. Ad oggi sono circa 14mila i libri presenti nelle biblioteche delle scuole primarie e 1700 quelli delle secondarie di primo in grado “e questo – ha concluso Patregnani – è uno stimolo che abbiamo per continuare a lavorare cercando di coinvolgere ancora di più gli studenti delle medie”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here