Fano, “Niente ferma il rosa, niente ferma le donne”: una camminata a sostegno della prevenzione e cura del tumore al seno

0
167

FANO – Domenica 17 ottobre la città di Fano si è tinta di rosa.
Il colore per eccellenza delle donne che rappresenta il simbolo di diverse lotte tra cui la prevenzione alle malattie.
Ottobre è il “Mese in Rosa” dedicato alla sensibilizzazione per la prevenzione del tumore al seno.
In Italia ogni anno ci sono ben 55mila nuove diagnosi.
Anche una piccola percentuale di uomini (circa seicento ca si) vengono colpiti in modo aggressivo da questa patologia.
Prevenire anche con un corretto stile di vita, oltre a controlli annuali, è fondamentale.
La prognosi anticipata di un tumore alla mammella aumenta la possibilità di guarigione.
Si tratta della neoplasia più frequente in assoluto
per incidenza nella popolazione femminile.
Un incremento dovuto all’allungamento dell’età media e all’aumento dei fattori di rischio.
Anche il comune di Fano, ed in particolare  l’Assessorato alle Pari Opportunità, – con il supporto di dodici associazioni fanesi sensibili a queste tematiche – , ha voluto porre l’attenzione su questo argomento, attraverso una delle varie iniziative in programma: “La prima Camminata in Rosa”.
Più di settecento iscritti sin dalle prime ore della mattina, si sono radunati in Piazza XX Settembre  per percorrere insieme circa quattro chilometri dislocati tra il centro e il mare.
Al momento dell’iscrizione, i partecipanti hanno ricevuto una spilla ed una maglia interamente realizzata, – dalla creazione alla stampa -, dai ragazzi dell’Associazione
“A. G. F. I.”, promotrice di un percorso denominato “Progetto in transito” riservato a coloro che necessitano di implementare le proprie competenze per un eventuale inserimento lavorativo.
“Una piazza così affollata è la testimonianza di conoscenza e consapevolezza che la diagnosi precoce è molto importante per combattere questa malattia”, ha dichiarato entusiasta la presidente provinciale dell’Associazione Donne Medico Italiana Gabriella Frattini.
Grande entusiasmo e soddisfazione anche per  l’Assessore del comune di Fano Sara Cucchiarini che ha affermato: “Una partecipazione incredibile  che rappresenta una risposta importante della cittadinanza. Essere ammalati o rischiare di esserlo deve essere uno stimolo. Il tumore si può curare e la prevenzione è fondamentale per la vita”.
Un evento in cui la gente, oltre ad essersi ritrovata e divertita, ha acquisito importanti informazioni che possono portare ad una maggiore consapevolezza della questione.
Al termine della passeggiata è stata offerta una piccola merenda, oltre alla possibilità di misurare la pressione sanguigna.

Tutti insieme per un unico scopo: sensibilizzare un numero sempre più ampio di persone
sull’importanza della diagnosi precoce.
Il carcinoma mammario si sconfigge, la prevenzione può salvare la vita.

Cristiana Guerra

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here