Fano, gestione tributi ai privati: l’opposizione insorge

0
819

FANO – Ieri sera in consiglio comunale – scrivono dalla Lega e Fano Città Ideale – c’è stato un vero e proprio blitz della maggioranza a trazione PD sul tema più delicato per i cittadini, quello dei tributi. Tutta la riscossione coattiva verrà affidata ad un privato per ben 6 anni + 2 eventuali di proroga, con un aggio complessivo di circa 6 milioni di euro.
Con questa delibera – affermano la Lega e Fano Città Ideale – la maggioranza farà cassa sui cittadini e sulle aziende in difficoltà. Il privato ha tutto l’interesse a incassare le somme degli insolventi e li tartasserà, perché solo a somme incassate riscuoterà l’aggio.
Sorprende che proprio il PD e Sinistra Unita, che nel 2017 sostenevano di rimuovere il privato e re-indirizzare all’interno del Comune di Fano la riscossione coattiva dei tributi, oggi votano a favore della delibera.
Un’inversione a U inaspettata che tradisce il pensiero di sinistra cui s’ispirano questi partiti, ma che non rispecchiano più.
Con questa delibera si danno più di 6 milioni al privato in aggi, soldi che potevano rimanere all’interno del Comune o della società a maggioranza pubblica che gli avevamo lasciato (Aset Entrate).
In comune – si chiedono dalla Lega e Fano Città Ideale– chi fa le scelte politiche? I tecnici oppure chi viene eletto dai cittadini?
Infine – termina la nota – la commissione Bilancio e Tributi non è stata nemmeno convocata preventivamente per discutere insieme le varie prospettive. Purtroppo questo avvio di amministrazione continua a deluderci sotto tanti aspetti, e a pagarne il conto, come sempre, saranno i cittadini.

Gruppo Consiliare Lega
Gruppo Fano Città Ideale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here