“Fano Full Led” entra nel vivo: si risparmieranno 400 mila euro sulla bolletta

0
61

FANO – Una luce pubblica migliore per una bolletta più leggera. Entra nel vivo il progetto “Full Led” che vedrà la sostituzione in 830 vie della città dei 9200 corpi illuminanti ( che da sodio ad Alta Pressione diventeranno a led di ultima generazione. Entro la fine del 2024 la rete pubblica avrà un risparmio di circa 2.156.941 kWh all’anno, equivalenti a 403 tonnellate di petrolio evitando 690 tonnellate di CO2.

“Questa importante operazione porta con sé 3 grandi risultati – osserva il sindaco Seri -. Sicuramente portiamo a termine questo obiettivo sfruttando le capacità di Aset Spa che si dimostra competente, professionale e innovativa. In questo modo riusciamo a tenere internamente il margine ottenuto con un risparmio significativo sulle bollette. D’altro canto, sfruttiamo le ultime tecnologie per un progetto dall’alto carattere innovativo che proietta la città verso il futuro con una piena aderenza alla sostenibilità ambientale”.

“Grazie al progetto Full Led – ha spiegato il presidente di Aset Spa Paolo Reginelli – possiamo efficientare il servizio di illuminazione garantendo un risparmio di energia, meno spese e consumi, ma anche una maggiore luminosità. Verranno installate circa 9mila plafoniere in tutto il territorio fanese, con un risparmio energetico che si aggira intorno al 40 percento. Siamo dunque orgogliosi di questa collaborazione con il Comune di Fano, che rappresenta il riconoscimento delle nostre capacità e competenze. Noi di Aset Spa abbiamo attuato da tempo delle strategie specifiche, adottando nuove tecnologie e assumendo un Energy Manager, a dimostrazione di come l’efficientamento energetico rappresenti una priorità”.

“Avremo con un risparmio energetico del 43% e una riduzione del 35% sulle nostre bollette per un ritorno nelle nostre casse comunali di circa 400 mila euro – afferma l’assessora ai Lavori Pubblici Barbara Brunori -. L’obiettivo è quello di terminare tutto l’intervento, dal costo di 2,5 milioni di euro, entro l’autunno 2024 così da avere una luce qualitativamente migliore che garantirà anche una maggiore sicurezza”.

Per l’assessora all’Ambiente Cora Fattori quello di oggi “è un altro passo di un percorso iniziato 7 anni fa, e poi definito e strutturato dal 2019 con il “Progetto di Efficientamento Energetico per il Comune di Fano” frutto di una strategia politica ben precisa. Aset e il Comune di Fano hanno investito tempo e risorse economiche per fare dell’innovazione in campo ambientale un caposaldo della propria visione. Ricordo ancora le critiche ricevute quando è stato scelto di nominare l’emergi manager e poi quando è stata presentata la strategia di efficientamento durante i duri anni della pandemia, oggi possiamo dire che quell’intuizione si è rivelata efficace e determinante nel perseguimento di tali finalità”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here