Ex carabinieri ucciso con tre colpi di pistola, appello del procuratore per testimoni

0
1369

ASCOLI PICENO – E’ stato ucciso con tre colpi di pistola Antonio Cianfrone, ex carabiniere di 51 anni, mentre transitava lungo la pista ciclopedonale in frazione San Pio di Spinetoli ad Ascoli Piceno. La vittima, originaria di Chieti, era stata in servizio alla stazione di Monsampolo del Tronto, dove risiedeva, per poi essere allontanata dall’Arma cinque anni fa a seguito di un suo coinvolgimento in una inchiesta per concussione.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, pare che si sia trattato di una vera e propria esecuzione. A sparare sarebbe stata una persona con il volto coperto da un casco che poi è fuggita in sella ad una moto guidata da un complice, che lo stava attendendo a pochi metri di distanza. Al momento non viene tralasciata alcuna pista. Fondamentali saranno i rilievi scientifici sulla scena del crimine e l’acquisizione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza.

Il procuratore capo di Ascoli Piceno, Umberto Monti, ha lanciato un appello alla cittadinanza: “Chiunque questa mattina fra le 7 e le 9.30 si è trovato a passare per la pista ciclabile Lungo Tronto, da Pagliare a Monteprandone, è pregato di presentarsi ai carabinieri, anche se non ha visto nulla di particolare”. L’obiettivo è quello di trovare testimonianze utili a risolvere il caso.

Rispondi