Diocesi: Trasarti ai genitori, “proporre ai figli con la testimonianza i valori che aiutano a essere più umani e più cristiani”

0
420

“Per ogni genitore i figli sono il bene più caro e prezioso; sognano per essi un grande avvenire, ma perché sia così è necessario accompagnarli, essere modelli significativi, proponendo loro, con la testimonianza del vissuto quotidiano, i valori che aiutano ad essere più umani, più buoni, più cristiani”. Lo scrive mons. Armando Trasarti, vescovo di Fano-Fossombrone-Cagli-Pergola, nella lettera alle famiglie, in occasione della Pasqua, dal titolo “Genitori… Sempre!”. Un testo frutto di “tanti incontri con le famiglie e tante lettere e messaggi che anche via e-mail mi sono arrivati”. “Il punto di partenza è la convinzione che, senza l’esercizio dell’autorità, l’educazione diventa impossibile”. E l’autorità secondo il presule si esprime con la testimonianza. “Il solo modo di dimostrare che la proposta è quella giusta, è di poter dire: ‘Come vedi io vivo così e ti assicuro che sono felice di vivere in questo modo’. La ‘di-mostrazione’ è la testimonianza della vita”. Secondo mons. Trasarti, dunque, “l’educatore ha autorità perché traspare nella sua vita, e quindi in ciò che dice, lo splendore di una vita vera. In sintesi: autorità significa testimonianza”. Il presule poi mette in guardia dai rischi possibili. “Rinunciando all’esercizio dell’autorità inevitabilmente si cade nel permissivismo o nel dispotismo. Il primo genera ribelli; il secondo genera schiavi. Persone non libere”. Infine, una riflessione sui casi in cui i genitori si separano. “In questi casi si assiste, talvolta, a un rovesciamento totale del senso della famiglia. I figli non sono più in cima ai valori dei genitori, la famiglia si scombina: figli che perdono fiducia, sicurezza e la serenità a cui avrebbero diritto e qualche volta devono addirittura fare da arbitro tra i due contendenti”. L’invito del vescovo, in questa situazione, ai genitori è quello di guardarla “non solo dal punto di vista dei bisogni dei genitori, ma anche di quelli dei figli”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here