Diocesi, nuovi trasferimenti nelle parrocchie. Don Giorgio Giovanelli sarà parroco della Cattedrale

1
2665

FANO – Il vescovo in comunione con gli organismi di partecipazione e discernimento propone la seguente ridistribuzione delle forze e chiede ai consigli pastorali parrocchiali non solo di accogliere, ma di sostenere con grande senso di responsabilità i cambiamenti indicati:

Don Luciano Torcellini, attuale parroco di Santa Maria Assunta in Cattedrale a Fano, ha dato le dimissioni per raggiunti limiti di età e si rende disponibile a collaborare con la comunità pastorale del centro storico di Fano

Don Giorgio Giovanelli (foto), attuale parroco della parrocchia di Santa Maria Goretti in Fano, assumerà il ministero di parroco nella parrocchia di Santa Maria Assunta in Cattedrale a Fano

Don Matteo Pucci, attuale vicario parrocchiale di Santa Maria Goretti in Fano, inizierà il suo ministero di parroco nella parrocchia di Santa Croce in Calcinelli

Don Giuseppe Marini, attuale parroco della Gran Madre di Dio in Fano, diventerà parroco della parrocchia di Santa Maria Goretti in Fano

Don Francesco Londei, attuale parroco della parrocchia dei Santi Pietro e Paolo, Marco e Severo in Montefelcino e di San Giuseppe Lavoratore in Sterpeti, diventerà parroco della Gran Madre di Dio in Fano

Don Gabriele Micci, attuale vicario parrocchiale per le parrocchie del Cuore Immacolato di Maria in Frontone e dei Santi Biagio e Abbondio in Serra sant’Abbondio, inizierà il suo ministero di parroco nelle parrocchie dei Santi Pietro e Paolo, Marco e Severo in Montefelcino e di San Giuseppe Lavoratore in Sterpeti

Don Njeremo Cesario Matias offrirà la sua collaborazione nelle parrocchie del Cuore Immacolato di Maria in Frontone e dei Santi Biagio e Abbondio in Serra sant’Abbondio condividendo il suo ministero con don Filippo Fradelloni nella zona pastorale di Pergola

Lasciare, ripartire, lasciar andare, accogliere chi arriva, sono tutte scelte impegnative ed esigeranno necessariamente una certa sofferenza e fatica. Vogliamo comunque viverle tutti affidandoci al Signore. Lui ci assicura che chi trattiene perde e chi invece dona la vita a piene mani, la guadagna e la moltiplica.

Le nomine oggi annunciate andranno in vigore all’inizio del nuovo anno pastorale, secondo un calendario che verrà concordato con ogni comunità e presbitero.

1 COMMENT

  1. “Il vescovo in comunione con gli organismi di partecipazione e discernimento”… chissà a quali fa riferimento SER.
    Vorrei precisare, in qualità di laico attivo da diversi decenni nella comunità, che per la parrocchia di Santa Maria Goretti nessun organismo di partecipazione e discernimento (tra l’altro accostato ad un organo suona decisamente stonato) è stato ascoltato e informato.
    Pertanto l’affermazione “in comunione” non corrisponde a verità. Piuttosto, “…d’imperio senza consultare gli organismi di partecipazione…”, giusto per fare chiarezza sulla sinodalità della ns Chiesa diocesana.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here