Covid, Morani: “Perchè Regione Marche prevede uso farmaci non efficaci?”

0
456

MARCHE – “Perchè nel nuovo Piano pandemico della Regione Marche viene sollecitata l’elaborazione di linee guida per l’uso di farmaci come l’idrossiclorochina anche se non c’è evidenza scientifica della loro efficacia sui pazienti affetti da coronavirus?”. E’ quanto chiede Alessia Morani (Pd), sottosegretaria al Ministero dello Sviluppo economico.

“E’ uscita – rileva in un post su Facebook – la delibera con il nuovo Piano Pandemico della Regione Marche. Nel paragrafo sulla appropriatezza della cura si afferma che: ‘per ciò che attiene i farmaci che ancora non hanno dimostrato, al momento, significative evidenze scientifiche (es. clorochina/idrossiclorochina, etc.), si sollecitano gli specialisti di settore del SSR (medici infettivologi, pneumologi, intensivisti, internisti, etc.), nonché il personale universitario, all’elaborazione di linee guida in merito alla loro possibile applicazione, anche attraverso la promozione e la realizzazione di studi clinici’. L’assessore della Lega Saltamartini chiede ai clinici di promuovere linee guida per l’utilizzo della idrossiclorochina su cui Luca Richeldi del Comitato Tecnico Scientifico proprio qualche giorno fa ha dichiarato ‘i dati disponibili ci dicono che il farmaco non cambia la prognosi dei malati e che i grandi trial fatti negli USA dicono che non è quella la terapia che supporta la prognosi di questi ammalati’. Questa indicazione del nostro assessore alla sanità non ha, quindi, supporto o evidenze scientifiche: chiedo pubblicamente che venga resa nota la motivazione di questa decisione contenuta nel nuovo piano pandemico della regione Marche. I marchigiani devono sapere”, conclude la sottosegretaria Morani.

 

Foto Facebook

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here