Coronavirus, nelle Marche è attivo il Gruppo Operativo Regionale per le Emergenze Sanitarie

Coronavirus, nelle Marche è attivo il Gruppo Operativo Regionale per le Emergenze Sanitarie
Tempo di lettura: < 1 minuto

FANO – Nelle Marche la preparazione all’allerta per il nuovo Coronavirus passa per le competenze tecniche del GORES, Gruppo Operativo Regionale per le Emergenze Sanitarie, tavolo tecnico che la Regione Marche ha costituito da tempo in modo strutturale per dare risposte tempestive alle emergenze sanitarie, tramite l’interfaccia tra operatori sanitari esperti e protezione civile regionale. Il tavolo dunque si è attivato immediatamente. Le indicazioni operative regionali sono state immediatamente diffuse a tutti gli operatori sanitari del Servizio Sanitario Regionale con circolari del 30 gennaio e del 14 febbraio. La popolazione è costantemente tenuta al corrente, sin dal primo giorno dell’allerta, sia attraverso la stampa, sia attraverso apposite comunicazioni nei punti sensibili, primo tra tutti l’aeroporto, sia attraverso il sito istituzionale www.regione.marche.it, che ha in evidenza in home page una sezione dedicata al Coronavirus e una pagina dedicata all’indirizzo https://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Salute/Coronavirus, sia attraverso l’home page del sito di Asur www.asur.marche.it, che rimanda al sito del Ministero, sia attraverso i social istituzionali della Regione del Presidente e di Asur.

I media sono stati sempre tempestivamente informati con comunicati stampa, l’ultimo dei quali questa mattina, su tutte le fasi di questa allerta. Il Gores è attivo sul Coronavirus sin dal 27 gennaio, per strutturare il lavoro in base alle principali esigenze poste dalla specifica situazione, pèer tracciare e trasmettere le indicazioni operative, definendo le modalità di presa in carico di un potenziale caso sospetto di nuovo Coronavirus, le relative modalità di isolamento, diagnosi e trattamento e l’attuazione delle più idonee misure di sanità pubblica per contenere l’infezione ed evitare eventuali ulteriori casi. Siamo in continuo contatto con il comitato operativo nazionale istituito presso il dipartimento della protezione civile a seguito della dichiarazione di stato di emergenza del 31 gennaio che ha individuato nel capo dipartimento Borrelli il commissario unico per gli interventi.

Condividi:

Rispondi

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com