Coronavirus, Ceriscioli: altri 3 positivi a Pesaro e Urbino. A Fano un decesso

0
315

ANCONA – Ecco la situazione Coronavirus nelle Marche. In questo momento abbiamo ricevuto i risultati di 24 campioni analizzati in mattinata e tre di questi, provenienti dalla provincia di Pesaro Urbino, sono positivi. In lavorazione abbiamo altri 30 campioni, i cui risultati arriveranno in tarda serata.  Alle 15,30 di oggi erano 6 i ricoveri in terapia intensiva, 17 nei reparti di malattie infettive, 11 in isolamento domiciliare. Una persona è purtroppo deceduta questa mattina.  Oggi abbiamo anche stanziato un milione di euro per far fronte a questa emergenza. In serata arriveranno nuovi dispositivi per la protezione personale di chi si occupa della gestione sanitaria. Abbiamo già predisposto a Marche Nord e a Torrette spazi da dedicare a gruppi di posti letto in terapia intensiva per avere già a disposizione una organizzazione funzionale al massimo. Nelle osservazioni presentate al governo avevamo chiesto le misure più forti in tutta la regione, ma il governo ha preferito limitarle con legge alla provincia di Pesaro Urbino e ha tolto in maniera espressa il potere di ordinanza su questa materia alle Regioni. Se ci fosse una evoluzione anche in altri territori telefonerò al ministro per estendere le misure.

Reparti dedicati a terapia intensiva

Un reparto intero di terapia intensiva a letti affiancati per pazienti contagiati dal Coronavirus, con superamento del modello a camere isolate, e recupero di una ventina di posti tra Torrette e Marche Nord, ma anche, se necessario, a Fermo dove al momento non ci sono casi. E’ una delle misure organizzative che la Regione, per voce del presidente e assessore alla Sanità Luca Ceriscioli e di Lucia Di Furia, dirigente del Servizio Salute, ha annunciato con l’evolversi della situazione nella Regione. I contagiati sono 35 (33 in provincia di Pesaro Urbino e 2 ad Ancona) di cui sei in terapia intensiva, 17 ricoverati in ospedale non in terapia intensiva, 11 in isolamento domiciliare fiduciario, e l’ultimo è l’88enne deceduto oggi a Fano. Una settima persona, tra gli altri, potrebbe essere ricoverata in terapia intensiva. (ANSA).

Rispondi