Continua a nevicare nelle Marche, la situazione è difficile

0
606

Continua a nevicare nelle Marche, dove l’attenzione della Protezione civile è rivolta soprattutto alle zone terremotate dell’Ascolano e del Maceratese. Numerosi i disagi, sintetizzati dal sindaco di Acquasanta Terme (Ascoli Piceno) Sante Stangoni: “Siamo di nuovo in ginocchio: abbiamo un metro di neve, frazioni isolate, manca la luce, e la Salaria è bloccata. Ci serve aiuto”. Neve alta, con cumuli fino a un metro e mezzo a Bolognola, nell’entroterra maceratese. Particolari criticità sono segnalate a Pieve Torina, Acquasanta Terme, Visso e Bolognola dove è arrivata la turbina della Protezione civile regionale per la pulizia delle strade. Chiesta la presenza dell’Esercito, già operativo a Pieve Torina. Problemi anche in provincia di Fermo. “Abbiamo alcune zone senza elettricità, quasi un metro di neve e le strade bloccate”, dice Romina Gualtieri, sindaca di Monsampietro Morico, 700 abitanti, uno dei Comuni terremotati ora stretti nella morsa del gelo. “Un’emergenza che si aggiunge all’emergenza”, tanto che la prima cittadina si è dovuta alternare alla guida del mezzo spazzaneve del Comune con “il nostro unico dipendente”. Al momento 12mila utenze sono senza luce di cui 800 circa nel Maceratese e le restanti nell’Ascolano. Sono 300 i tecnici dell’Enel al lavoro. La viabilità, a parte le difficoltà dovute alle piante cadute e alle auto intraversate, non presenta interruzioni significative. Nel corso della giornata si valuteranno eventuali provvedimenti per la circolazione dei mezzi pesanti in autostrada.

In copertina: Fratterosa (PU)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here