Conclusa campagna di controllo sui fitofarmaci: 22 le aziende sanzionate

0
80

ANCONA – Conclusa la prima campagna di controllo sulla vendita ed il corretto utilizzo dei fitofarmaci svolta dai Carabinieri Forestali.

L’operazione delle forze dell’ordine ha coinvolto 80 venditori e utilizzatori di prodotti agricoli ed ha comportato 22 sanzioni amministrative, per un totale di 13.000 euro, causa violazione delle norme vigenti in materia di utilizzo e detenzione di fitofarmaci – sostanze chimiche ammesse dalla legislazione vigente, che consentono il controllo di patologie vegetali, parassiti, il controllo delle specie “infestanti” e favoriscono i processi di
maturazione e/o la conservazione dei prodotti ortofrutticoli – quali il divieto di spandimento del prodotto agricolo in giornate ventose, l’assenza di tabellazione perimetrale di segnalazione, lo spandimento di prodotto all’interno di centro abitato e la vendita di fitofarmaci a persona non in possesso di certificato di abilitazione all’utilizzo o a titolare di azienda agricola non in possesso di Registro dei Trattamenti (detto anche “quaderno di campagna”).

I controlli hanno riguardato tutte le province marchigiane: sono state emanate 5 sanzioni amministrative in provincia di Ancona,2 in provincia di Fermo, 5 nel maceratese e 10 nella provincia di Pesaro e Urbino.

Le irregolarità riguardavano anche lo spandimento e la distribuzione nei pressi dei centri abitati, di prodotti dannosi per la salute umana ma non solo, in quanto anche l’impatto ambientale era piuttosto elevato: gli erbicidi e gli insetticidi utilizzati infatti comportano un rischio per la flora e la fauna (api ed altri insetti utili per l’ecosistema) locale.

Rispondi