Concerto di Natale per “Casa Lucia” che ospita minori stranieri non accompagnati

0
5

FANO – Natale di solidarietà con i minori non accompagnati di Casa Lucia a Fano. Lo Spi Cgil in collaborazione con la cooperativa sociale “Utopia” devolverà alla struttura l’importo delle offerte del consueto concerto natalizio organizzato dal coro “Canta che ti passa”.

L’iniziativa si svolgerà a Fano, venerdì 22 dicembre,  alle ore 21, nella Chiesa di San Cristoforo.

“L’ingresso è a offerta – spiega la segretaria dello SPI Lilli Gargamelli – e abbiamo deciso di aiutare questi ragazzi ospiti della struttura con un gesto di vicinanza e sostegno alle loro attività quotidiane”.

Casa Lucia infatti ospita richiedenti asilo politico, minori stranieri non accompagnanti, minori di qualsiasi nazionalità trovati sul nostro territorio senza una famiglia e minori da collocare in struttura da parte dei tribunali, di età compresa tra i 15 e i 18 anni.

L’intento è quello di riprodurre un ambiente familiare e sereno, che tenga conto delle aspirazioni di ognuno. E’ compito dell’equipe multidisciplinare valutare, insieme a un supervisore e uno psicologo esterno, l’effettivo raggiungimento degli obiettivi fissati nel progetto educativo individualizzato (Pei). La comunità “Casa Lucia” ricorda nel suo nome la figura di Lucia Luttichau, che nel dopoguerra si adoperò per l’accoglienza di ragazze orfane, creando una realtà residenziale in cui offrire un percorso di istruzione scolastica e professionale.

Percorso individuale

I ragazzi accolti sono seguiti nella loro giornata da educatori che li accompagnano in ogni passo della loro integrazione. Il progetto, seppur inserito in un contesto comunitario di costante relazione e confronto con gli altri, viene costruito ad hoc su ogni ragazzo in base alle sue fragilità ed esigenze.

Vita domestica

I ragazzi sono tenuti a prendersi cura assieme della struttura in cui vivono, imparando così allo stesso tempo a prendersi cura di se stessi. Per questo sono coinvolti ogni giorno nelle mansioni di casa e nella preparazione dei pasti quotidiani, sempre dietro la supervisione del cuoco della struttura e degli educatori.

Studio

Tutti i ragazzi accolti ancora in età di obbligo scolastico e coloro che lo desiderano vengono invitati a seguire un percorso di studio all’interno degli istituti della zona. Propedeutico all’inserimento in una scuola, per molti di loro anche un corso di alfabetizzazione italiana essendo per lo più minori stranieri.

Formazione professionale

“Casa Lucia” propone ai suoi ospiti percorsi di formazione professionale.
Si tratta di un’attività fondamentale per favorire l’inserimento in società dei ragazzi. Sempre per centrare questo obiettivo Casa Lucia si propone anche per organizzare tirocini e stage nelle aziende della zona.

Sport e tempo libero

Ogni ragazzo che lo vuole può intraprendere una disciplina sportiva, sia individualmente che assieme all’intero gruppo casa, così come può accedere a corsi di vario tipo. Si tratta di attività importanti sia per mantenere una sana condizione fisica, ma ancor più per inserirsi e integrarsi con i ragazzi del territorio e raggiungere un sempre maggiore livello di autonomia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here