Colli al Metauro, chiede mazzetta per sanare abusi, arrestato ispettore Dogane – VIDEO

0
1836

COLLI AL MATAURO – Un ispettore aveva chiesto 2mila euro a un’azienda metalmeccanica di Colli al Metauro nel Pesarese per non denunciare all’Agenzia delle Dogane un presunto abuso commesso su un contatore elettrico fiscale e ‘risolvere’ bonariamente la questione. L’azienda vittima della richiesta di denaro, però, ha segnalato il caso ai carabinieri che hanno assistito alla dazione di denaro e arrestato un 24enne incaricato dall’Agenzia dogane. Il gip di Urbino ha convalidato la misura disponendo la sospensione dell’uomo dall’esercizio di pubblico ufficio o servizio. I fatti risalgono ai primi di giugno. L’impresa aveva comunicato alle Dogane che avrebbe eseguito, tramite un’azienda metrologica che opera per conto dell’Agenzia, la taratura periodica di un contatore elettrico fiscale che misura la quantità di energia prodotta a fini industriali con generatori a combustibili fossili, per poter stornare parzialmente le accise. Dopo il controllo, l’ispettore aveva fatto presente a un dirigente dell’azienda, il quale era convinto invece che fosse tutto in regola, che sull’apparecchiatura erano stati rimossi illecitamente dei sigilli e che avrebbe dovuto denunciare all’Agenzia con conseguenze economiche e penali. Quando il dirigente espresse l’intenzione di chiedere contezza all’installatore, l’ispettore aveva consigliato di non informare nessuno se avesse voluto risolvere il caso ‘bonariamente’. Così il dirigente gli aveva fatto un’offerta economica modesta e, sentendosi chiedere almeno dieci volte l’importo, aveva informato il proprietario. Erano scattati la segnalazione ai carabinieri, alla Procura di Urbino e l’appuntamento ‘trappola’ concordato con i militari presso un opificio a Vallefoglia, con le banconote precedentemente fotocopiate in una busta. L’ispettore, che aveva intensificato le pressioni sull’azienda con una serie di telefonate, è finito in manette.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here