Centrodestra: “Sicurezza: non è una priorità della Giunta di Sinistra di Fano”

0
672

FANO – Mentre il Sindaco nel presentare i dati pubblicati dal Ministero dell’Interno sui reati della nostra città omette di compararli con quelli gli ultimi 3 anni e nega che ci sia un problema serio di sicurezza, non solo percepita, ma reale nella nostra città alla stazione ferroviaria l’ennesimo fatto di violenza: una persona pestata e derubata da 2 pregiudicati, irregolari, nel pomeriggio, uno dei momenti più trafficati della stazione ferroviaria, a due passi dal centro storico.
Non è nostra volontà dire “l’avevamo detto”, ma le nostre denunce sugli ultimi fatti gravi che hanno allarmato la nostra città non hanno mai portato questa giunta a riflettere sul problema sicurezza di Fano, anzi il primo cittadino ha sempre negato che ci sia un problema.
Ma non si può continuare ad ignorare i problemi che la nostra città sta vivendo sul tema della sicurezza, solo per accontentare l’impostazione troppo permissiva di alcuni alleati di questa maggioranza di sinistra, che continua a permettere il posizionamento e la permanenza di immigrati clandestini, senza fissa dimora, negli spazi inoccupati della nostra città e che, in questi giorni, purtroppo troviamo anche negli ingressi dei cimiteri comunali.
Come si può far finta di niente e snocciolare i numeri dei reati registrati nella nostra città omettendo il raffronto con gli ultimi 3 anni solo per creare false aspettative? Crediamo di poter dire che la sicurezza non sia affatto aumentata, né che viene percepita in modo favorevole dai cittadini.
Al Sindaco consigliamo perciò di fare un giro in città per verificare se ci sono immigrati clandestini che presidiano il territorio, chiedendo l’obolo quasi obbligatorio per il parcheggio, o di verificare la situazione alla stazione ferroviaria e delle scuole cittadine. Successivamente chiediamo che ci venga relazionato in consiglio comunale sul reale stato di sicurezza, con onestà intellettuale e non con il paraocchi dei suoi alleati, per mettere in atto misure che possano tutelare i cittadini che non si sentono più sicuri nella loro città.
Basta con il falso buonismo. Vogliamo risposte concrete e non solo numeri contro questa situazione di illegalità diffusa.
Davide Delvecchio
Marianna Magrini
Gianluca Ilari
Stefano Mirisola
Luca Serfilippi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here