Carabinieri Forestali, tutela ambientale: tre denunciati ed un terreno sequestrato

Carabinieri Forestali, tutela ambientale: tre denunciati ed un terreno sequestrato

TAVULLIA – I Carabinieri Forestali hanno sequestrato un terreno agricolo della superficie di 5 ettari ( 50.000 metri quadrati) in Comune di Tavullia loc. Pian Mauro dove erano in corso lavori di movimento terra in difformità dal Permesso di Costruire rilasciato dal Comune.
In occasione di un controllo ambientale svolto dai Carabinieri Forestali è stato accertato che in loc. Pian Mauro di Tavullia, erano in corso consistenti lavori di riporto terra in un terreno agricolo poco lontano dal fiume Foglia. In particolare i militari constatavano la presenza di rifiuti di vario tipo, derivanti da attività di demolizione edilizia, frammisti a terreno vegetale.
Grazie alla successiva attività di indagine è stato accertato che il Comune aveva autorizzato il riporto di solo terreno vegetale vergine compatibile con la pratica agricola.
E’ stata configurata in tal modo una violazione al permesso di costruire nonché un’attività di gestione di rifiuti non autorizzata per le quali i militari hanno proceduto all’immediato sequestro preventivo dell’area e delle macchine operatrici. Contestualmente, è stata inviata alla competente Autorità Giudiziaria specifica Comunicazione di reato a carico del proprietario, del legale rappresentante della ditta esecutrice e del direttore lavori. Contestati i reati di cui all’art. 256 c.1 e 2 del Decreto Legislativo 152/2006 nonché all’a’rt. 44 c.1 del D.P.R. n. 380/2001. Il sequestro preventivo è stato poi convalidato dal G.I.P del Tribunale di Pesaro
Le attività di Polizia Giudiziaria sono state condotte dai Carabinieri Forestali della competente Stazione di Pesaro e il sequestro è stato effettuato con la collaborazione della Polizia Municipale.
L’attività svolta dai Carabinieri Forestali si inserisce nell’ambito di più vaste iniziative finalizzate a contrastare lo smaltimento irregolare dei rifiuti e a tutela del paesaggio agrario si aggiunge a varie analoghe operazioni condotte negli ultimi mesi. In particolare proprio la Stazione Carabinieri Forestale di Pesaro ha individuato i responsabili di numerosi abbandoni di rifiuti contestando le previste sanzioni amministrative e penali.

Condividi:

Rispondi

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com