Canale Albani. Incontro Comune Enel Green Power, torneranno gli anatidi?

0
744

FANO – Si è svolto questo pomeriggio presso la sede del Comune di Fano l’incontro tra il Sindaco Massimo Seri, l’assessore all’ambiente Samuele
Mascarin, la responsabile ecologia urbana Emanuela Giovannelli e perEnel Green Power Giovanni Rocchi responsabile per le Marche e Severino
Di Marco, referente Enel Affari istituzionali Marche.
L’incontro è stato l’occasione per condividere una lettura delle criticità verificatesi negli ultimi mesi lungo il canale Albani e per definire strategie e
azioni comuni al fine di prevenire il ripetersi di tali problematiche e gestire in maniera programmata il decoro dell’area e gli aspetti igienico sanitari ed
ecologici.
In questo contesto è stato concordato di ipotizzare un equilibrato rinserimento dell’avifauna all’interno del Canale Albani al fine di garantire il
benessere degli animali, la salute pubblica e la corretta interazione della
cittadinanza con la colonia.
Il Comune ha proposto di codificare una serie impegni e interventi condivisi attraverso la definizione di un’ intesa che, nelle prossime
settimane, sarà oggetto di un confronto tecnico tra l’Amministrazione ed Enel Green Power al fine di definire al meglio i rispettivi ambiti di azione.
Enel Green Power ha ribadito l’interesse a proseguire il buon esercizio della Centrale della Liscia e ha confermato l’ esito positivo degli
investimenti effettuati per il continuo efficientamento dell’impianto.
“L’incontro è stato importante e proficuo – ha detto il sindaco Massimo Seri – per quanto riguarda la collaborazione tra l’amministrazione
ed Enel Green Power, considerata la posizione strategica che quest’area ha nel contesto cittadino” “Siamo soddisfatti dell’incontro con l’amministrazione comunale – ha detto Giovanni Rocchi – in cui è stata confermata la volontà di continuare a collaborare” .
La riunione è stata anche un’ opportunità per aprire riflessioni su fenomeni di carattere ambientali quali la siccità che ha interessato il paese
la scorsa estate e per valutare possibili scenari futuri anche relativi alla mobilità elettrica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here