Bomba d’acqua sulle Marche: grandine, alberi caduti e strade allagate – FOTO E VIDEO

Bomba d’acqua sulle Marche: grandine, alberi caduti e strade allagate – FOTO E VIDEO

PESARO E URBINO, 9 LUG – Sono numerosi gli uomini e i mezzi dei Servizi Viabilità e Pronto intervento della Provincia di Pesaro e Urbino impegnati sulle strade provinciali per rimuovere numerosi alberi caduti sulle carreggiate per il maltempo abbattutosi sul territorio. In alcuni casi – rende noto la Provincia – sono state chiuse temporaneamente le strade per procedere alla rimozione, come per la Sp 145 ‘Blilla’, nel pesare, a causa di 9 piante cadute in vari tratti e per la strada comunale “Castelrotto” a Pergola, dove una pianta ha ostruito la carreggiata rompendo anche cavi Enel. In altre situazioni è stata invece disposta la circolazione a senso unico alternato, come sulla Sp 32 Pesaro – Mombaroccio dove sono caduti tre alberi in diversi punti. Interventi anche sulla Sp2 “Conca”, sulla Sp 86 “Ca’ Micci”, Sp 47 “Gradara”, Sp 11 “Centocroci” ad un km dal ponte sul Cesano, Sp 17 “Mondolfo”, Sp 60 “Sanatorio – Candelara”. “Siamo intervenuti in tempi celeri – evidenzia il dirigente del Servizio Viabilità della Provincia, Maurizio Bartoli – per garantire la viabilità e ridurre il più possibile i disagi alla circolazione, il maltempo ha interessato un’area molto vasta del territorio provinciale richiedendo un grande dispiego di uomini e mezzi”.

Traffico in tilt, grandine e allagamenti si sono verificati nelle Marche a causa di una bomba d’acqua che si è abbattuta su tutta la regione, a partire dalle ore 17. La violenta ondata di maltempo ha creato diversi disagi, in particolare nelle province di Pesaro e Urbino e di Ancona. La foto in Home Page: grandine a Trebbiantico (PU).

FUGA DALLE SPIAGGE – Forti raffiche di vento stanno flagellando la costa adriatica nella provincia di Ascoli Piceno da Cupra Marittima fino a Porto d’Ascoli. Bagnanti e turisti in fuga dalle spiagge dove sono state divelte parecchie postazioni dei bagnini a Grottammare il vento ha ribaltato un pedalò in spiaggia. Sono volati ombrelloni e suppellettili negli stabilimenti balneari e dai terrazzi dei palazzi. Sulla superstrada Ascoli mare all’altezza dello svincolo per Monsampolo del Tronto in direzione capoluogo un albero è stato scaraventato dal vento lungo l’asse viario ed è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco per rimuoverlo dalla carreggiata. Nessuna auto è rimasta coinvolta

ANCONA – Una nave da crociera in costruzione di oltre 200 metri, la Seven Seas Splendor, ha rotto oggi gli ormeggi a causa delle forti raffiche di vento che hanno sferzato il porto di Ancona. Per fortuna solo la prua della nave si è scostata dalla banchina di allestimento della Fincantieri, al molo foraneo. L’intervento di un rimorchiatore dei servizi portuali è stato decisivo per ‘fermare’ la nave e sospingerla verso la banchina.

JESI (ANCONA), 9 LUG – A causa del maltempo si sono verificati alcuni incidenti stradali nella zona di Jesi dove il vento ha schiantato rami e alberi in diverse zone della città. Alcuni pini sono caduti nei pressi della piscina dell’Hotel Federico II, altri nella zona del Campo Boario e quartiere San Giuseppe. Non ci sarebbero feriti. Disagi al traffico anche in Vallesina, in particolare a Cupramontana dove alcuni alberi caduti hanno ostruito la carreggiata della strada provinciale Badia Colli. Interrotto il traffico da e per Staffolo e Apiro.

Condominio il campanile in via Pisacane, di fronte alla stazione. Dopo il temporale di oggi garage allagati.

In diversi Comuni, come documentano i tanti video inviati dai nostri Reporter di Strada, oltre alla pioggia, è scesa un’improvvisa grandinata, anche con chicchi di grosse dimensioni.

Nel video qui sotto la grandinata di oggi caduta a Gimarra di Fano

Allagamento in Via Pisacane a Fano.

Allagamento via Pisacane a Fano (dall’alto con commento)

Parco di Carrara di Fano

Le forti piogge hanno creato ulteriori difficoltà, in particolare al Lido e a Torrette di Fano dove si sono allagati i sottopassi e gli ingressi di alcune abitazioni. Medesima situazione si è verificata in via Pisacane, dove “l’impianto fognario si è intasato – ci hanno scritto i telespettatori– e le strade si sono allagate per l’ennesima volta”, provocando rallentamenti e deviazioni del traffico.

Il Sindaco Massimo Seri e l’Assessore alla Protezione Civile Cristian Fanesi hanno attivato il Centro Operativo Comunale C.O.C. dalle ore 18.15 alle 19.15. La struttura resterà comunque in fase di attenzione.
Le precipitazioni sono state particolarmente violente e di forte intensità. Numerose le segnalazioni pervenute al Comune di Fano e ai Vigili del Fuoco, in particolare per alberi e rami caduti e per disagi a tutta la viabilità cittadina.

La Polizia Locale monitora e regola il flusso viario, rallentato anche per un incidente occorso lungo via Papiria. Per alcuni minuti la circolazione lungo la Statale 16 è rimasta bloccata, prima delle ore 19 è tornata comunque alla normalità. La deviazione della viabilità è gestita dal Corpo di Polizia Locale ed ha interessato tutta la città. Gli agenti sono intervenuti anche in aiuto degli automobilisti temporaneamente in difficoltà.

Il Comune di Fano si è subito allertato con il proprio personale e con l’ausilio dei volontari di Protezione Civile che continueranno a seguire l’evoluzione della situazione nelle giornate di oggi e domani, effettuando anche una ricognizione dei danni provocati dal violento acquazzone.
Alcune foto ci sono arrivate da Torrette dove, a causa del vento, si sono rovesciati i lettini da mare, i cestini della raccolta differenziata e persino una torretta dei bagnini di salvataggio.

A Fossombrone, Viale Risorgimento è stata chiusa al traffico per presunte problematiche al cavalcavia ferroviario.

Uomini e mezzi dei Servizi Viabilità e Pronto intervento della Provincia e ditte incaricate sono impegnati sulle strade provinciali per rimuovere numerosi alberi caduti sulle carreggiate per il maltempo abbattutosi sul territorio. In alcuni casi sono state chiuse temporaneamente le strade per procedere alla rimozione, come per la Sp 145 ‘Blilla’, nel pesare, a causa di 9 piante cadute in vari tratti e per la strada comunale “Castelrotto” a Pergola, dove una pianta ha ostruito la carreggiata rompendo anche cavi Enel. In altre situazioni è stata invece disposta la circolazione a senso unico alternato, come sulla Sp 32 Pesaro – Mombaroccio dove sono caduti tre alberi in diversi punti.
Interventi anche sulla Sp2 “Conca”, sulla Sp 86 “Ca’ Micci”, Sp 47 “Gradara”, Sp 11 “Centocroci” ad un km dal ponte sul Cesano, Sp 17 “Mondolfo”, Sp 60 “Sanatorio – Candelara”.
“Siamo intervenuti in tempi celeri – evidenzia il dirigente del Servizio Viabilità della Provincia Maurizio Bartoli – per garantire la viabilità e ridurre il più possibile i disagi alla circolazione, il maltempo ha interessato un’area molto vasta del territorio provinciale richiedendo un grande dispiego di uomini e mezzi”.

Via Gagarin a Pesaro: cadono 4 grossi rami di Platani

Via scarlatti Villa San Martino

Bellocchi di Fano – Di fronte al Bar Taus

 

FOTO FANOTV: riproduzione riservata

Condividi:

Rispondi

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com