Bocce juniores: la San Cristoforo Fano campione d’Italia

0
111

FANO – E’ finita in gloria la spedizione romana dei giovanissimi bocciofili della San Cristoforo Fano che si sono laureati Campioni d’Italia juniores a squadre. Una soddisfazione incredibile per la società del presidente Paolo Marchionni che alla fine del 2019 aveva festeggiato il cinquantesimo anniversario dalla fondazione e non è nuova a grandi successi, anche internazionali, ad esempio nelle bocce paralimpiche. Ora lo Scudetto è invece arrivato a livello giovanile grazie a una squadra compatta e senza punti deboli che nella final eight andata in scena sabato 5 e domenica 6 settembre sui campi del CTF di Roma ha sbaragliato il campo degli avversari, soffrendo, di fatto, soltanto nella semifinale vinta agli spareggi ai pallini contro i bolognesi dell’Italia Nuova. 

Netto, invece, il 4-1 con cui i fanesi si erano sbarazzati della California Bibbona (Livorno) nei quarti di finale e netto anche il 3-0 della finale contro la MCM Angri (Salerno). Poca storia, quindi, e valori in campo chiarissimi. La classe dei fanesi ha fatto la differenza sia nei tiri di precisione, sia nelle partite di individuale, terna e coppia. 

“I ragazzi sono stati bravissimi – ha detto il coach Giovanni Iacucci -. Il merito è tutto loro. Si sono allenati bene e hanno superato alla grande i momenti difficili”. “Ci abbiamo creduto dall’inizio  -ha aggiunto il dirigente accompagnatore e vice allenatore Samuele Ferri -. Siamo stati bravi a fare un passo alla volta fino al successo finale”.

La squadra era composta da quattro énfants prodige fanesi come Riccardo Campanelli, Riccardo Giacomoni, Tommaso Campanelli e Andrea Petrolati a cui si sono aggiunti due prestiti dalla società Ancona 2000, gli under 15 Tommaso Martini e Aabid Anoir Malizia che hanno reso il successo non soltanto fanese, ma più in generale di tutte le Marche, una regione che produce tanti promettenti giovani giocatori oltre a quelli che hanno fatto parte della spedizione che ha portato la San Cristoforo a conquistare lo Scudetto juniores.

Non a caso, i complimenti alla squadra sono arrivati anche da Corrado Tecchi, presidente della Fib Marche: ” Sono oltremodo felice per lo straordinario risultato ottenuto da una società marchigiana – ha detto Tecchi -. In particolar modo sono orgoglioso che sia la San Cristoforo dove a suo tempo sono cresciuto ricoprendo anche incarichi di responsabilità. Sono poi contento per il comportamento e l’atteggiamento che i giovani ragazzi hanno mantenuto durante la competizione di grande correttezza, educazione e sportività. Le Marche ancora una volta protagoniste. Bravi Campioni e bravi i vostri allenatori e dirigenti.”

 

TROFEO GUERRINO FRATTARI A TRODICA DI MORROVALLE (Coppie cat. ABC)

MORROVALLE (MC) – Il Trofeo “Guerrino Frattari”, disputatosi a Trodica di Morrovalle, ha chiuso il trittico delle gare all’aperto che hanno caratterizzato l’estate delle bocce nel Maceratese da quando le autorità preposte hanno dato l’ok alla ripresa dell’attività agonistica dopo la sosta forzata per il Covid. 

Dopo le gare di Camerino e Montelupone, sono state le nuovissime corsie in sintetico allestite al Parco Pegaso di Trodica ad ospitare la gara conclusiva della stagione outdoor, organizzata dalla bocciofila Morrovalle del presidente Luca Scocco e riservata a coppie di tutte le categorie separate il più possibile nel tabellone finale per fare in modo che le formazioni di categoria inferiore potessero incontrare una coppia di categoria A soltanto in finale. Erano 96 le coppie iscritte (32 per ogni categoria) agli ordini del direttore di gara Umberto Marcucci.

La vittoria è andata a Roberto Quatrini-Giovanni Mariani (Montecassianese) che hanno sofferto moltissimo per portare a casa la semifinale contro l’altra coppia di categoria A  Alvaro Montecassiano-Mariano Moscetta (Civitanovese), vinta soltanto per 10-9 all’ultima boccia. In finale, i due della Montecassianese hanno invece battuto più agevolmente per 10-4 i categoria B Lorenzo Fazi-Aldo Minnetti (Corva), l’unica coppia non appartenente alle società della provincia di Macerata arrivata tra le prime otto classificate. Quarto posto per Fabrizio Scarpetta-Andrea Staffolani (Morrovalle) sconfitti in semifinale 10-2 da Fazi-Minnetti.

Ottima presenza di pubblico sia nella serata delle finali, venerdì 4 settembre, sia nelle serate precedenti, quando si sono disputate le partite dei gironi di qualificazione. Tutto si è ovviamente svolto nel rispetto del protocollo anti-Covid.

 

TROFEO CENERENTOLA A TOLENTINO (Coppie lui-lei)

TOLENTINO – La bocciofila Tolentino, presieduta da Claudio Pascucci, ha ospitato come ogni anno la gara più curiosa ed originale del calendario boccistico marchigiano, il Trofeo Cenerentola. La caratteristica che rende unica questa gara è quella che si inizia a giocare a mezzanotte per poi proseguire fino al mattino successivo. Si tratta di una competizione a coppie lui/lei senza vincolo societario, ma con categorie obbligate in modo che la coppia non possa essere costituita da due giocatori di categoria A o da un categoria A e un B (in pratica il compagno di gioco di un giocatore di categoria A poteva essere soltanto un giocatore o giocatrice di categoria C).

Sotto la direzione di gara di Graziano Gattari si sono sfidate 31 coppie e la finale è iniziata alle 7,05 del mattino. A vincerla, sconfiggendo sia gli avversari, sia l’inevitabile stanchezza, sono stati Franca Castricini-Luca Sabbatini (entrambi in rappresentanza della provincia di Macerata). Match senza storia conclusosi 10-0 su Vanila-Tulli-Moreno Capponi (Civitanovese), bravissimi fino a quel punto, ma mai entrati in partita in finale. Terzo posto per i giovanissimi Kety Crescenzi-Vittorio Marcaccio (provincia di Ascoli Piceno), quarti Ida Sabbatinelli-Aldo Minnetti (Corva).

Alla fine colazione e meritato riposo per tutti.

 

Rispondi