Autobus pieno, bambini restano a piedi. Progetto Fano: “Il sindaco ha preso provvedimenti?”

0
1163

FANO – “Come riportato dalla stampa locale, lunedi 3 Novembre 2014 si e’ verificato un fatto estremamente spiacevole: sei bambini di dieci anni sono stati lasciati a piedi dallo scuolabus nel quartiere sant’orso, in quanto l’autobus che doveva accompagnarli è risultato di capienza insufficiente rispetto al numero dei bambini da trasportare. La cosa ha provocato giustamente paura e rabbia nei genitori dei bambini e poteva avere conseguenze ben più gravi del solo spavento, considerata l’eta’ e considerato che in giro non ci sono solo brave persone. La cosa che riteniamo grave e’ che, stando alle dichiarazioni riportate, non solo nessuno dell’azienda dei trasporti pare si sia preoccupato del fatto che i bambini fossero stati lasciati letteralmente in mezzo alla strada senza avvertire i genitori dell’accaduto, ma sembra persino che il giorno seguente sia stato un genitore, e non il personale dell’azienda dei trasporti, a sincerarsi che tutti i bambini potessero salire nell’autobus per essere accompagnati a casa.
Per questo il gruppo Progetto Fano vorrebbe sapere se il Sindaco ha già preso provvedimenti in merito con l’azienda dei trasporti Ami, affinchè non si ripetano più questi fatti. Vorremmo inoltre conoscere i dettagli di quanto accaduto e come possa succedere che il personale di una azienda pubblica non si preoccupi subito di mettere in sicurezza dei bambini lasciati in strada.
Nel prossimo consiglio comunale proporremo un’interrogazione urgente sull’argomento per fare si che si esamini il piano dei trasporti dell’Ami affinché l’azienda possa garantire un servizio efficiente a tutela dei bambini, delle famiglie, degli anziani e dei portatori di handicap.
Non si possono lasciare dei bambini per strada senza alcuna tutela e far finta che nulla sia successo.
E’ giusto che chi ha sbagliato si prenda le sue responsabilità. E’ un dovere civico e un obbligo morale che i bambini vengano tutelati in maniera completa e responsabile. E’ un diritto che i genitori stiano sereni e tranquilli, certi che i loro figli siano in mani sicure.
Possono mancare i soldi, ci possono essere problemi di varia natura, ma l’attenzione verso i bambini non può e non deve mancare mai. Non si tratta di pacchi postali. Si tratta dei nostri bambini.”

Aramis Garbatini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here