Attenzione alle truffe: la “banda dell’abbraccio fatale” potrebbe colpire ancora

36
9646

MONDOLFO – Potrebbe colpire ancora la “banda dell’abbraccio fatale” bloccata nei giorni scorsi dai militari della Compagnia Carabinieri di Fano. Il terzetto era specializzato nelle rapine ‘con abbraccio’, la tecnica in base alla quale un uomo e due donne di etnia rom si avvicinano ad anziani o soggetti fragili e, con la scusa di salutarli come vecchi conoscenti, li si deruba di collane, orologi o denaro.

I tre nomadi arrestati al termine del giudizio di convalida sono stati autorizzati a raggiungere l’abitazione di un loro parente a San Casciano Val Di Pesa (FI) dove devono scontare la misura cautelare degli arresti domiciliari in attesa del processo. In realtà non hanno mai raggiunto tale località.
Nel frattempo numerosi sono stati i riconoscimenti ottenuti grazie alla pubblicazione delle foto in diverse località della regione (Chiaravalle, Genga, Saltara, Marotta, Montecchio…)
E’ verosimile che la banda sia ancora in zona ed il pericolo che ci possano essere ulteriori “abbracci fatali” appare concreto.

Vaduva Mirela1 banda dell'abbraccio fatale

Vaduva Printu1 banda dell'abbraccio fatale

foto bmw 1 banda dell'abbraccio fatale

36 COMMENTS

  1. Se non sbaglio le donne fino a pochi giorni fa erano quelle che sosta vano davanti all’ospedale di Fano ma da qualche giorno c’è un uomo al posto loro!!

  2. Serve riorganizzare squadre punitive…dove non arriva la legge arriva il braccio…

Rispondi