ASET Spa: Rincicotti & Orciani alla AUTOSPURGHI CM di Jesi

0
810

Il 100% della Rincicotti & Orciani di Fano è stata ceduta alla Autospurghi CM di Jesi (Ancona), azienda che opera nell’ambito dei servizi per l’ambiente e che fa capo alla famiglia Manoni. Lo fa sapere Lucia Capodagli, presidente di Aset Spa, al termine della trattativa privata che si è resa necessaria dopo che, per due volte, è andata deserta la gara pubblica a doppio oggetto. L’investimento complessivo della società jesina è pari a 61.500 euro, 55 mila dei quali necessari per far fronte alla ricapitalizzazione dell’azienda fanese.
L’offerta economica di Autospurghi CM è risultata nettamente migliore di quella presentata da un legale pesarese per conto di un gruppo di aziende non marchigiane; in sede di manifestazione di interesse, inoltre, si era presentata una terza azienda che successivamente ha ritenuto di non dare seguito all’offerta.
La cessione della Rincicotti & Orciani era un atto obbligato per legge dopo che, dal 2013 al 2015, l’azienda controllata al 100% da Aset Spa, aveva chiuso con i bilanci in perdita per circa 300 mila euro complessivi. Grazie all’azione del nuovo amministratore Ruggeri, l’azienda nel 2016 è stata portata ad un sostanziale pareggio di bilancio, ma non aveva la possibilità di investire e quindi di garantirsi un futuro.
Nel maggio 2016 erano state avviate le procedure per la vendita, che si sono concluse questa mattina con l’accettazione all’acquisto da parte del responsabile della società jesina, che avrà l’obbligo di dare continuità occupazionale ai 4 dipendenti in forza a Fano. Inoltre, ad Autospurghi CM sarà affidato l’incarico annuale per il servizio di pulizie delle caditoie di Fano, per un valore annuale di 70 mila euro.
“Dopo anni, si chiude positivamente una vicenda estremamente delicata – ha dichiarato Lucia Capodagli – e nel segno tracciato dal consiglio comunale, che si era espresso chiaramente per la cessione della Rincicotti & Orciani, anche dopo la approvazione del piano industriale di fusione delle Aset. I due obiettivi prioritari che avevamo davanti sono stati raggiunti: evitare che Aset Spa, azienda pubblica, continuasse a ripianare i debiti di una partecipata da tempo svuotata della sua missione produttiva e salvaguardare i livelli occupazionali, persone che hanno maturato un’esperienza specifica nel settore e che, da subito, potranno metterla a disposizione della nuova proprietà”.
Non a caso, l’Autospurghi CM ha presentato, contestualmente all’offerta, un piano industriale che prevede, nei prossimi anni, un significativo investimento nella provincia di Pesaro Urbino.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here