Ambito Sociale 6, Bene Comune: “Una commedia napoletana”

1
1368

FANO – “Una commedia napoletana, di quelle che fanno impazzire proprio il partenopeo Mandolini, che ha vinto il suo personale braccio di ferro col Comune di Fano (si dice appoggiato vibratamente dal Sindaco di Pergola), tra l’altro di estrazione politica di centro-destra, e si è fatto nominare -per le seconda volta in otto giorni!!- Coordinatore dell’Ambito sociale n.6 che ha come ente capofila….Pergola, pardòn Fano!!
Gli sconfitti? Evidentemente Massimo Seri, Sindaco del Comune di Fano, Ente capofila, (che ha dimostrato ancora tutta la sua debolezza politica e la sua incapacità a governare) e la Presidente del Comitato dei Sindaci (l’organismo politico che presiede l’Ambito) Marina Bargnesi, contraria alla ….ri-nomina di Mandolini. Sconfitti quindi dimissionari? Vedremo…
Del resto i presupposti per un “pasticcio” c’erano tutti: un primo bando con un appannaggio di 50 mila euro circa emesso e poi ritirato; un secondo bando-aumentato stranamente fino ad oltre 70 mila euro, gestito quantomeno maldestramente (MA è ANNUNCIATA UNA PIOGGIA DI RICORSI!) dal Comune di Fano: la metà dei candidati coi titoli richiesti mai invitati a colloquio; i colloqui selettivi tenuti da 5 Sindaci su 14 – quindi da una netta minoranza! – senza un esperto sociale e quantomeno un impiegato del Servizio Personale presente per verbalizzare; il penoso “tiramolla” con Mandolini degli ultimi 15 giorni….
E intanto l’Ambito è chiuso e i progetti, urgentissimi per attingere ai fondi europei su TIROCINI LAVORATIVI PER DISOCCUPATI E GIOVANI, INTERVENTI PER FAMIGLIE POVERE, SERVIZI PER PERSONE IMMIGRATE (finanziamenti che valgono per i prossimi sei anni e le cui prime scadenze sono tra due-tre mesi) – sono inesorabilmente al palo. Ma non preoccupatevi! Mandolini ha già la soluzione: collaboreremmo con Senigallia, l‘altro Ambito che lui gestisce, e la Vallata del Metauro (Ambito n.7), vero punto di riferimento per Fano, resterà ignorata del tutto!!
Siamo alla farsa (neppure Totò e i De Filippo riderebbero!) e – come sempre -rischiano di pagare i cittadini. Questa volta i più poveri.
TUTTO CIO’ E’ INACCETTABILE!”.

1 COMMENT

Rispondi