Trasparenza. Udc e Pprogetto Fano, “Giunta non trasparente”

Trasparenza. Udc e Pprogetto Fano, “Giunta non trasparente”

FANO (PU) – Questa giunta si è voluta dotare di una delega alla trasparenza e, con un’apposita delibera di giunta, la n. 88/2015, di un apposito regolamento sulla trasparenza, fregiandosi del braccialetto bianco simbolo della trasparenza promosso dall’associazione “LIBERA”.
Ma per il Sindaco e la sua giunta la trasparenza non è evidentemente una prassi usuale, poiché la regola è quella di non consegnare i documenti scomodi, soprattutto ai consiglieri comunali (più facile sembra invece l’accesso da parte dei cittadini).
Basta poco a confermare questa affermazione, leggendo l’ elenco delle richieste di accesso agli atti effettuate dai gruppi consiliari UDC e Progetto Fano, dal 2015 ad oggi, per le quali i documenti sono stati negati o forniti fuori i termini di legge:
– Accesso atti multe autovelox Polizia Municipale, negati per 6 mesi e successivamente inoltrati su sollecito del Segretario Comunale;
– Accesso atti asfaltature LLPP non pervenuti;
– Accesso atti servizi sociali “Centro Itaca” negati per 3 mesi e successivamente inoltrati su sollecito del Segretario Comunale;
– Accesso atti Aset Holding negati, successivamente inoltrati su sollecito del Segretario Comunale ;
– Accesso atti Servizi educativi per le Mense negati 2 mesi, successivamente inoltrati su sollecito del Segretario Comunale;
– Accesso atti per antisismicità delle scuole comunali non pervenuti;
– Accesso atti Aeroporto – mancata produzione documenti non pervenuti;
– Accesso atti documentazione Porto di Fano negati per 1 mese, successivamente inoltrati su sollecito del Segretario Comunale;
– Accesso atti occupazione abusiva Grizzly da 6 mesi ancora non ricevuti, nonostante i numerosi solleciti.
Per ultimo, la mancata produzione di documenti richiesti con la domanda di accesso agli atti effettuata in data 04/05/2017, per conoscere il gradimento dei pasti delle mense di Fano da parte dei bambini e delle bambine. Accesso poi negato il 24/05/2017 nonostante i diversi solleciti.
Per questo motivo stanchi di una VERGOGNOSA situazione e di un modus operandi che può definirsi tutto fuorché trasparente, abbiamo presentato ricorso alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Commissione accesso atti, presieduta dall’On. Maria Elena Boschi, che in seguito alla valutazione del dirigente Dott. Capogna, ha inoltrato per competenza il ricorso all’Ombudsman delle Marche, Dott. Nobili.
L’Ombudsman delle Marche in data 30/06/2017, ha ritenuto, valutando il ricorso e gli atti, di disporre ai sottoscritti consiglieri Delvecchio e Magrini l’esibizione dei documenti negati sulle mense.
Questa importante disposizione dell’Ombudsman delle Marche conferma la mancanza di trasparenza di questa amministrazione e per questo motivo intendiamo presentare una interrogazione per chiedere al Sindaco se, visti gli accadimenti, intende revocare la delega alla trasparenza e se ha intenzione di adoperarsi per rendere veramente trasparente la casa comunale e l’operato di questa amministrazione.

Davide Delvecchio UDC
Marianna Magrini Progetto Fano

Condividi:

Rispondi