Talè: “No del Ministero alle trivellazioni, vittoria della sinergia istituzioni-territorio”

Talè: “No del Ministero alle trivellazioni, vittoria della sinergia istituzioni-territorio”

MONTE PORZIO – “Le trivelle non deturperanno la Valcesano e la valle del Metauro”. A dare la notizia è il consigliere regionale Federico Talè, schieratosi da mesi in maniera netta contro l’istanza di permesso di ricerca denominata “Monte Porzio”, presentata dalla società Mac Oil e finalizzata ad attività di indagini geofisiche e di perforazioni esplorative per l’individuazione di giacimenti di idrocarburi in una superficie di 208,7 chilometri quadrati. “Di questi – riprende Talè – 90,58 erano in provincia di Ancona e 118,12 km quadrati in quella di Pesaro e Urbino, interessando i comuni di Barchi, Fratte Rosa, Mondavio, Mondolfo, Monte Porzio, Montemaggiore al Metauro, Orciano, Piagge, San Costanzo, San Giorgio e San Lorenzo in Campo. Oggi, venerdì 27 novembre, il Ministero dello Sviluppo Economico ha detto “no”, in quanto che né i profili della società richiedente, né quelli tecnico-economici dell’istanza di ricerca sono stati ritenuti adeguati. Pertanto, è stato negato il permesso e nessuna, dico nessuna, trivellazione verrà effettuata in questa zona”. Il consigliere regionale Talè aggiunge: “Ringrazio per l’ottimo lavoro svolto l’assessore all’ambiente della Regione Marche, Angelo Sciapichetti, il funzionario Mario Smargiasso, presente oggi al Mise, e tutte le forze del territorio che si sono battute per ottenere questo importante risultato, fornendo alle istituzioni un prezioso contributo. Mi riferisco, in particolar modo, al gruppo di riflessione, politica e sociale Fuoritempo’ di San Michele al Fiume. Il fatto di aver portato a Roma le legittime istanze di un intero territorio e di tutte le sue componenti, è stato fondamentale per raggiungere l’obiettivo di salvaguardia di un’area con un ricco patrimonio storico, ambientale e socio-economico. Siamo di fronte all’esempio concreto che quando istituzioni e forze cittadine lavorano all’unisono per lo stesso risultato gli esiti sono estremamente positivi”.

Condividi:

Rispondi