Premio giornalistico Volpini a padre Patriciello. ‘Voce e coscienza pulita della Terra dei fuochi’, la motivazione

Premio giornalistico Volpini a padre Patriciello. ‘Voce e coscienza pulita della Terra dei fuochi’, la motivazione

FANO – “Voce e coscienza pulita della ‘Terra dei fuochi’. Servitore di giustizia, pace, salvaguardia del creato e dignità della persona umana”. E’ questa la motivazione con cui è stato consegnato, nell’aula magna del liceo ‘Torelli’ di Fano, il Premio giornalistico Valerio Volpini a Padre Maurizio Patriciello, parroco anticamorra di Caivano, della diocesi di Aversa. Il riconoscimento, giunto alla IX edizione, è stato conferito nel corso del convegno annuale del settimanale interdiocesano ‘Il Nuovo Amico’, davanti ad una platea di circa 600 persone, in prevalenza studenti delle scuole superiori del territorio provinciale. E’ stato anche proiettato il documentario sulla ‘Terra dei fuochi’ realizzato dell’inviato speciale del quotidiano ‘Avvenire’, Pino Ciociola, moderatore del convegno. A padre Maurizio Patriciello è stata donata una penna stilografica in legno di radica realizzata dall’artista 18enne Manuel de March del liceo ‘Apolloni’di Fano, divenuto Alfiere della Repubblica per la tenacia con cui si è opposto alla discriminazione e ai pregiudizi verso le persone con sindrome di down.

Condividi:
Articoli più recenti
Articoli meno recenti

Rispondi