#ORIZZONTEFANO: 150 cittadini impegnati sabato nel “Foro Urbano”

#ORIZZONTEFANO: 150 cittadini impegnati sabato nel “Foro Urbano”

FANO – Saranno circa 150 i fanesi che parteciperanno a “Foro Urbano”, l’Open Space Technology in programma domani, sabato 4 marzo, dalle ore 9 alle 13, promosso dall’Amministrazione comunale nell’ambito del Piano strategico #ORIZZONTEFANO. Oltre 50 le iscrizioni nelle ultime 24 ore utili di martedì 28 febbraio (145 le totali). Un numero sorprendente che ha contribuito a far impennare il conteggio finale e che ha spinto gli organizzatori a pensare a iscrizioni “last second”: sabato 4 marzo, presentandosi all’ex chiesa di Sant’Arcangelo entro le ore 9, sarà comunque possibile partecipare all’iniziativa.

La mattinata si annuncia ricca di progetti, idee e competenze destinati a definire la Fano del 2030. A garantirlo, l’importante presenza di studenti universitari e liceali ma anche di anziani e professionisti di ogni settore.

Il programma della giornata vedrà i partecipanti riunirsi alle 9 nell’ex chiesa di S. Arcangelo per una riunione plenaria in cui verranno stabiliti, su proposta degli stessi cittadini, gli argomenti da affrontare. Al termine, ognuno sceglierà il gruppo tematico a cui aderire.

Seguiranno quindi le riunioni negli spazi della Mediateca Montanari dove gli iscritti saranno accolti dalla “mappa di Foro Urbano”. 12 sale, 12 questioni da sviluppare e 12 facilitatori a guidare il dibattito, tenendo sempre in considerazione la “legge dei due piedi”, l’unica imposta dall’Ost: chi non dovesse riconoscersi utile o interessato alle attività può alzarsi e spostarsi (con i due piedi, appunto) in un luogo dove possa sentirsi più produttivo. “Foro Urbano” terminerà intorno alle 13 con la realizzazione degli instant report, in cui saranno verbalizzate le sintesi di ogni discussione.

Per essere aggiornati sugli esiti di Foro Urbano e sui prossimi eventi legati a #ORIZZONTEFANO è possibile consultare il sito del Piano Strategico www.orizzontefano.it.

foro boario orizzonte fano 2

Condividi:

Rispondi