Oltre 200 persone alla “marcia delle donne e uomini scalzi”

Oltre 200 persone alla “marcia delle donne e uomini scalzi”

FANO – “Emergency gruppo di Fano ringrazia tutte e tutti coloro che hanno accolto l’invito alla “marcia delle donne e uomini scalzi ” presentandosi puntuali e numerosi, lo scorso venerdì al Pincio.
Più di 200 persone hanno camminato l’una accanto all’altra, alcune scalze altre con le scarpe ma tutte con il sorriso di chi non ha paura e apre la propria porta come si fa quando si accoglie con il cuore.
In tanti hanno dimostrato con la loro presenza e partecipazione che anche la nostra è una comunità accogliente, è una comunità che non alza muri , è una comunità che non respinge chi fugge da guerre, catastrofi, povertà.
Noi tutti riconosciamo che non ci sono soluzioni semplici ma viviamo nella convinzione che per risolvere i problemi ci sia bisogno di azioni comuni e condivise , di conoscenza reciproca, di rispetto dei diritti e di fatti concreti che dalla politica arrivino al quotidiano di ognuno.
La marcia si è conclusa in Piazza XX settembre, qui ha portato il suo saluto Marina Bargnesi, assessora alle politiche sociali, che nel suo ruolo tanto si è adoperata e si adopera, su queste tematiche, il 13 giugno scorso è stato firmato il protocollo d’ intesa per l’accoglienza dei rifugiati che è frutto di un lavoro condiviso con le associazioni e il forum migranti; hanno portato poi il loro saluto e ringraziamento le volontarie di emergency Fano, ribadendo quali sono i primi auspicabili passi da compiere per un cambiamento delle politiche migratorie europee e globali :
1. Certezza di corridoi umanitari sicuri per vittime di guerre, catastrofi, dittature
2. Accoglienza degna e rispettosa per tutti
3. Chiusura e smantellamento di tutti i luoghi di concentrazione e detenzione dei migranti
4. Creare un vero sistema unico di asilo in Europa superando il regolamento di Diblino.
Ancora grazie agli intervenuti, alle associazioni, al comune di Fano”.

Gruppo Emergency Fano

Condividi:

Rispondi