La centralina che rileva le Pm10 rimane a Fano

La centralina che rileva le Pm10 rimane a Fano

FANO – La centralina per il rilevamento delle polveri sottili di Via Montegrappa rimane a Fano. In seguito alla possibilità di rimozione dell’apparecchio da parte della Regione, si  è attivato l’assessore all’ambiente Luca Serfilippi, che ieri mattina si è recato in Regione. Presenti all’incontro l’assessore regionale Malaspina, provinciale Porto, l’assessore del Comune di Pesaro Parasecoli ed i tecnici. Serfilippi si è fatto portavoce della necessità di mantenere a Fano la centralina ed ha chiesto di farla rientrare all’interno della rete di centraline per il monitoraggio europeo. L’obiettivo principale, ovvero quello di mantenerla attiva a Fano, è stato raggiunto grazie ad un accordo di cofinanziamento in cui il Comune parteciperà con 8 mila euro e la Provincia con 4 mila. Si sta inoltre studiando una formula per mantenere la funzionalità del mezzo mobile di proprietà della Provincia , che in questi anni – grazie all’accordo di programma tra Arpam, Provincia, e diversi comuni – ha permesso di campionare le situazioni più a rischio di inquinamento. “Sono soddisfatto dell’obiettivo raggiunto – ha affermato Serfilippi – in quanto si tratta di un strumento importante per il rivelamento della qualità dell’aria. La soluzione trovata riguarda un periodo di 12 mesi a partire da novembre, data in cui termina l’appalto già in essere che la Regione ha con Arpam”. Un ringraziamento da parte dell’assessore va a Provincia e al Comune di Pesaro che tramite gli assessori Porto e Parasecoli, si sono fatti portavoce di tale istanza.

 

Condividi:

Rispondi