Il palazzo del Comune di Pesaro si illumina contro la pena di morte

Il palazzo del Comune di Pesaro si illumina contro la pena di morte

PESARO – Sono passati 14 anni da quando la Comunità di Sant’ Egidio promosse “Cities for life”, giornata mondiale contro la pena capitale che si celebra il 30 novembre di ogni anno.
Il riferimento storico è il 30 novembre 1786 quando il Granducato di Toscana, primo al mondo, abolì la pena di morte dai codici.
Per questo in numerose città del mondo, l’ultimo giorno di novembre, vengono illuminati palazzi e monumenti significativi.
Il Comune di Pesaro (assessorato alla Solidarietà) insieme al gruppo Amnesty della città, aderiscono alla celebrazione illuminando il palazzo del Comune.
Sulla facciata del Municipio verrà accesa una luce speciale che brillerà in tutta piazza del Popolo.

Dentro il Palazzo, invece, nella sala Rossa, è stato organizzato un momento di riflessione con gli studenti delle scuole superiori di Pesaro sulla pena di morte nel mondo.

Nel 2006 sempre in collaborazione con Amnesty a Pesaro venne illuminata Rocca Costanza e nel 2010 il palazzo della Provincia in via Gramsci.
Il Comune ha aderito anche quest’anno per manifestare la volontà di abolire questa pratica inumana. Il 18 novembre scorso il Comune di Pesaro ha patrocinato un’altra importante iniziativa di Amnesty, ospitando per un incontro pubblico il presidente nazionale.
Nel 2015, spiega Amnesty, la nostra attenzione è concentrata in particolare sulla Malesia che condanna a morte ragazzi giovanissimi. E’ stata infatti avviata una raccolta di firme per chiedere di bloccare l’esecuzione capitale di un ragazzo arrestato con 600 grammi di cannabis.

La Comunità di Sant’ Egidio ricorda che in 14 anni sono stati illuminati 628 monumenti in tutto il mondo, in 92 paesi, su 6 continenti e organizzati 5263 eventi.

Condividi:

Rispondi