Forte odore di gas in tutta la città. Ecco le ipotesi (foto e video)

Forte odore di gas in tutta la città. Ecco le ipotesi (foto e video)

FANO – Città invasa da un fortissimo odore di gas. La causa però è ancora ignota e i Vigili del Fuoco di Fano stanno ancora cercando di risalire alla perdita. Secondo le segnalazioni che stanno arrivando dai nostri Reporter di Strada le zone interessate sono: Baia Metauro, San Lazzaro, centro storico, zona Colonna, ospedale, San Cristoforo, Metaurilia. Per ora non ci sono precauzioni particolari da segnalare ma restate collegati, abbiamo inviato una troupe sul posto e cerchiamo di darvi tutti glia aggiornamenti utili in tempo reale.

AGGIORNAMENTI CONTINUI DALLE 15.39 qui sul sito e sulla pagina Facebook i Reporter di Strada

ORE 15.49 – I Vigili del Fuoco sono a Baia Metauro (FOTO: FANO TV Riproduzione vietata)

ORE 15.53 – La nostra troupe sta seguendo i Vigili del Fuoco

ORE 15.54 – I Vigili sono sulla Nazionale stanno andando verso Ponte Metauro

ORE 16.03 – I Vigili del Fuoco stanno parlando con i tecnici della centrale ENI Gas che si trova a Caminate.

ORE 16.08 – I Vigili del fuoco sono ripartiti dalla centrale dopo aver parlato con un tecnico del posto. Lì non c’è stata nessuna perdita o fuoriuscita di gas.

Dalle segnalazioni in tempo reale, è come se una grossa nuvola di gas avesse attraversato la città spostandosi da un quartiere all’altro. Impossibile per il momento risalire

alla fonte di questa perdita di gas. I vigili del fuoco continuano a girare nella zona sud di Fano.

ore 16.20 – Tra le ipotesi si fa strada anche quella di una fuoriuscita di gas da una delle piattaforme petrolifere al largo del mare di Fano. Una sorta di Blow Out Preventer, sistema che viene utilizzato per chiudere il pozzo in situazioni di emergenza, cioè otturare la sua sezione in caso appunto di blowout, ossia eruzione del pozzo (così viene chiamata la fuoriuscita di idrocarburi dallo stesso). Anche se per il momento è difficile da stabilire con precisione.

Ore 16.40 – L’odore di gas è terminato in tutta la città.

ORE 17.23 – Tecnici Aset riferiscono di bolla di Gpl, probabile spurgo di qualche cisterna. Inoltre, da un controllo effettuato su tutta la rete di distribuzione del gas della città, non risultano anomalie.

ORE 17.35 – Nessun accesso al Pronto Soccorso di Fano dovuto alla nube di gas presente in città.

ORE 17.39 – Non sono segnalati danni a strutture della distribuzione gas nelle centrali di Edison né di Eni in località Camminate di Fano.

ORE 18.05 – Ipotesi piattaforma, scartata da Arpam. Nel telegiornale delle 20.30 Luciano Benini ci spiegherà perché.

Condividi:

Rispondi