FANOTEATRO, da venerdì 18 a domenica 20 novembre in scena dieci piccoli indiani… e non rimase nessuno!

FANOTEATRO, da venerdì 18 a domenica 20 novembre in scena dieci piccoli indiani… e non rimase nessuno!

Da venerdì 18 a domenica 20 novembre prosegue con Dieci piccoli indiani… e non rimase nessuno! FANOTEATRO, stagione della Fondazione Teatro della Fortuna realizzata in collaborazione con AMAT e con il contributo del Comune di Fano, della Regione Marche e del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Capolavoro di Agatha Christie, il testo trova la via della scena nell’allestimento diretto dal regista spagnolo Ricard Reguant con l’interpretazione della grande Ivana Monti affiancata da un numeroso cast di eccellenti interpreti che sabato 19 novembre incontreranno il pubblico alle ore 18 a teatro negli ormai abituali e partecipati incontri con le compagnie.

Il testo, pubblicato nel 1939 con il titolo di Ten little niggers (Dieci piccoli negri), subì una variazione in And then there were none per evitare di offendere la sensibilità dei cittadini di colore. Anche in Italia nel 1946 Arnoldo Mondadori Editore scelse la seconda versione titolandolo …E poi non rimase nessuno. Questo rimase fino al 1977 ma non trovò il gradimento del pubblico e così venne definitivamente cambiato in Dieci piccoli indiani. Siamo nel 1939, l’Europa è alle soglie della guerra. Dieci sconosciuti sono stati invitati su una bellissima isola deserta. Arrivati nelle camere, trovano affissa agli specchi una poesia, Dieci piccoli indiani. La filastrocca parla di come muoiono tutti i dieci indiani. Una serie di morti misteriose infonde il terrore negli ospiti dell’isola. Nel 1943 la Christie si accinge ad adattare il romanzo per il palcoscenico che differisce per il lieto fine, non apprezzato dal pubblico. Per questo motivo per la prima volta e in accordo con la Aghata Christie limited, la produzione dell’allestimento qui proposto ha mantenuto il finale come nel romanzo, con lo stesso svolgimento mozzafiato.
“Questa nuova versione teatrale – afferma il regista Ricard Reguant – si adatta ai tempi e all’estetica del momento facendo godere il pubblico nella ricerca dell’enigma; questi dieci “piccoli indiani” bloccati nell’isola sono vittime o assassini? Questa è la stessa domanda che la scrittrice pone a se stessa mostrando al pubblico il lato nascosto di una classe borghese e aristocratica mischiati insieme in un’unica arena, rivelando le proprie carenze facendoli confrontare e sbranarsi per la sopravvivenza fino a diventare esseri volgari e ordinari. Sembra quasi una vendetta della stessa Christie verso una classe dirigente nella società inglese in cui la stessa scrittrice vive agiatamente e dalla quale vuole evadere costringendosi a diventare lei stessa la carnefice verso i suoi personaggi”.

Lo spettacolo è prodotto da Gianluca Ramazzotti per Ginevra srl. La traduzione del testo è di Edoardo Erba, il progetto scenico di Gianluca Ramazzotti e Ricard Reguant, le scene di Alessandro Chiti e i costumi di Adele Bargilli. Gli attori in scena sono: Giulia Morgani, Pierluigi Corallo, Caterina Misasi, Pietro Bontempo, Leonardo Sbragia, Mattia Sbragia, Ivana Monti, Luciano Virgilio, Alarico Salaroli, Carlo Simoni.

Per la vendita dei biglietti il botteghino del Teatro della Fortuna (0721 800750) è aperto dal mercoledì al sabato dalle ore 17.30 alle ore 19.30; il mercoledì e il sabato anche dalle ore 10.30 alle ore 12.30. Nei giorni di spettacolo feriali la vendita prosegue con orario 10.30 – 12.30 e dalle 17.30 ad inizio rappresentazione; la domenica di spettacolo con orario 10.30 – 12.30 e dalle 15 ad inizio rappresentazione.
Inizio spettacoli: venerdì e sabato ore 21, domenica ore 17.

Condividi:

Rispondi