Fano, novità per il regolamento comunale per l’uso e la gestione degli impianti sportivi

Fano, novità per il regolamento comunale per l’uso e la gestione degli impianti sportivi

FANO – Si svolgerà mercoledì 5 novembre alle 17,00, nella Sala della Concordia, la presentazione alle associazioni sportive della bozza del nuovo regolamento comunale per l’uso e la gestione degli impianti sportivi. “Si raggiunge così un importante obiettivo del 2014, che era tra quelli indicati nella campagna elettorale del Sindaco Seri”, ha detto l’assessore allo sport Caterina Del Bianco. L’adozione è necessaria ed urgente sia per recepire le novità introdotte dalla Legge Regionale in materia (n.5/2012 e relativo regolamento d’attuazione), sia per ripristinare con sollecitudine la legittimità di alcuni aspetti contenuti nell’attuale regolamento, ovvero la durata delle gestioni, che non possono essere concesse a tempo indeterminato, le procedure di affidamento, i criteri e le modalità per effettuare lavori sulle strutture comunali da parte dei gestori.

Le principali novità sono:

  • La durata certa delle gestioni.
  • La proroga delle convenzioni riferite ad impianti i cui gestori hanno assunto impegni finanziari sotto forma di mutui accesi.
  • Il ricorso a procedure di gara di tutti gli impianti sportivi. In ogni gara tra gli elementi di valutazione delle gare saranno previste anche agevolazioni in favore di soggetti diversamente abili e di giovani le cui famiglie versano in condizioni economiche particolarmente precarie.
  • La garanzia della fruibilità degli impianti sportivi comunali anche per lo svolgimento di manifestazioni ed attività non sportive.
  • Al fine di garantire pluralità, pari opportunità e massima partecipazione nonché di evitare  potenziali situazioni di “monopolio”, sarà concesso a ogni singolo soggetto avente titolo l’affidamento in gestione di un solo impianto sportivo comunale (secondo una nuova classificazione degli impianti sportivi);
  • Non sarà più possibile assicurare gli impianti fanesi alle società locali, secondo quanto previsto dalla Legge Regionale, ma in caso di controversie nell’assegnazione degli spazi l’Ufficio Sport avrà sempre la facoltà di applicare lo schema orario dallo stesso ritenuto più congruo per tutelare l’agonismo e l’attività giovanile fanese.

Fondamentale, vista la difficoltà del Comune ad intervenire, sarà la possibilità da parte del gestore di realizzare migliorie, adattamenti, ristrutturazioni o manutenzioni straordinarie dell’impianto. Tali interventi dovranno rivestire carattere meramente accessorio, cioè costituire un completamento del servizio.

“Importante – secondo l’assessore allo Sport Caterina Del Bianco – anche il nuovo taglio del Regolamento, che vede l’adesione al Codice Europeo di Etica Sportiva approvato dai Ministri Europei responsabili per lo sport riuniti nella loro 7^ conferenza dal 13 al 15 maggio 1992. Il Sindaco Seri, che è stato un assessore allo Sport in provincia attento e presente, da sempre crede nell’importanza della concertazione con le società sportive. Per questo nell’occasione verrà anche attivata la Consulta dello Sport, istituita nel 1994 e mai convocata. La consulta sarà composta da 5 rappresentanti del mondo dello sport e avrà il compito di affiancare l’Assessorato nell’attività e di collaborare nell’organizzazione di eventi sportivi e manifestazioni nell’ottica di turismo sportivo”.

Condividi:

Rispondi