Fano Jazz By The Sea, il programma di giovedì 28 luglio

Fano Jazz By The Sea, il programma di giovedì 28 luglio

FANO – Da sempre Festival curioso e attento alle novità, Fano Jazz By The Sea propone nell’arco della settima giornata della sua XXIV edizione un’assoluta primizia per l’Italia: il trio anglo-scandinavo Phronesis, atteso sul MainStage della Corte Sant’Arcangelo (ore 21,15). Di rilievo e di elevata qualità artistica si preannunciano anche i concerti del sassofonista di origine russa Dimitri Grechi Espinoza alla Pinacoteca San Domenico (ore 18,30, ingresso gratuito), nell’ambito della sezione “Gli echi della migrazione”, e del trio del contrabbassista Matteo Bortone, ospite dello YoungStage allestito alla Chiesa di San Francesco (ore 23). In scaletta anche, il concerto-aperitivo delle 19,30 al Bardan di Piazza XX Settembre, con il duo By Polar.

Il trio Phronesis arriva a Fano direttamente dal Nord Europa sulla scorta degli ottimi riscontri ottenuti sin dall’esordio del 2005 e, più recentemente, dal nuovo album Parallalax: l’autorevole magazine Jazzwise lo ha definito “il più entusiasmante e visionario trio dai tempi di E.S.T.”. Con base operativa a Londra, il bassista danese Jasper Høiby, il pianista inglese Ivo Neame e il batterista svedese Anton Eger (gli ultimi due apprezzati lo scorso anno a Fano Jazz By The Sea in qualità di componenti del gruppo del sassofonista norvegese Marius Neset) si inseriscono con accentuata personalità nell’ambito dei numerosi piano jazz trios oggi in circolazione sulle scene mondiali. Spiccato senso melodico, grooves incalzanti, improvvise variazioni contribuiscono a definire un sound d’insieme accattivante e stimolante.

Protagonisti del terzo appuntamento de “Gli echi della migrazione”, momento di ascolto ma anche di riflessione su una delle principali problematiche del nostro tempo, Dimitri Grechi Espinoza e il suo sassofono si confronteranno con il magico spazio della Pinacoteca San Domenico: l’intenzione del musicista toscano, in queste sue solo performances, è quella di riportare la musica alla sua originaria funzione di “dialogo” con il Sacro, attraverso il quale superare le differenze di credo e le distanze culturali.

Un’altra location particolarmente suggestiva come la Chiesa di San Francesco accoglierà il trio del contrabbassista Matteo Bortone, eletto “miglior nuovo talento italiano” nel referendum “Top Jazz 2015” dell’autorevole mensile Musica Jazz. Affiancato da altri due valenti esponenti delle ultime generazioni di jazzisti italiani, quali sono il pianista Enrico Zanisi e il batterista Stefano Tamborrino, il musicista salentino propone una musica, ora delicata e ora più energica, che esplora il mondo delle risonanze, delle timbriche e dei ruoli delle voci strumentali, in un raffinata alternanza dinamica fra tensione e distensione.

Biglietteria: Botteghino del Teatro della Fortuna, tel. 0721 800750
Prezzi:
Concerto dei Phronesis: da 10 a 15 Euro, ridotto da 8 a 10 Euro.
Chiesa di San Francesco: posto unico 5 Euro, ridotto 3 Euro.

Bortone Trio

Phronesis 2015

Condividi:

Rispondi