Via l’amianto dal Palazzetto dello Sport Salvador Allende, lunedì 5 ottobre, l’inizio della bonifica.

Via l’amianto dal Palazzetto dello Sport Salvador Allende, lunedì 5 ottobre, l’inizio della bonifica.

Lo smantellamento dell’amianto dagli immobili e dalle scuole di proprietà comunale approvato dall’attuale giunta permetterà – a partire da lunedì 5 ottobre – l’inizio della bonifica del Palazzetto dello Sport Salvador Allende. Una struttura quest’ultima che, grazie alla riqualificazione e alla cura costante del CSI-Fano, ha ritrovato prestigio e riconoscibilità sportiva e che, essendo il fulcro delle maggiori attività, necessitava dell’intervento di bonifica. E proprio per garantire lo smaltimento dell’amianto dalla copertura interna e il suo rifacimento il Palazzetto resterà chiuso sino a Dicembre per poi riprendere le normali attività da Gennaio 2016. La messa in sicurezza di questo stabile è stata tra i primi interventi individuati proprio a tutela di un patrimonio umano che abita e lavora quotidianamente all’interno, tanti bambini e ragazzi che oggi erano in sicurezza ma in futuro (con qualche oscillazione)? si sarebbero trovati in difficoltà. L’amianto è infatti un minerale fibroso ed essendo piuttosto friabile le singole fibre sono molto resistenti e piccolissime, il problema nasce quindi quando le strutture si deteriorano. Il tema dell’attenzione e della prevenzione sono di straordinaria importanza per la salvaguardia dell’ambiente e tutela della salute quale bene pubblico poichè ogni singolo cittadino possa sentirsi al sicuro. Il lavoro di bonifica è stato possibile solo oggi in prossimità di un periodo “caldo” per tutte le iniziative sportive che lavorano solitamente all’ interno della struttura e che hanno trovato grande comprensione e collaborazione tra le Società interessate quali L’ Aurora, Il Basket Fanum, la Virtus Volley e tutte le altre che hanno presidiato il Palazzetto con eventi e manifestazioni a fini competitivi ma anche benefici. Un esempio di sinergia virtuosa tra il mondo dello sport e l’Amministrazione Comunale che porta al centro un bene comune quale la salute di una città intera tanto che nei prossimi mesi vedrà compiuta un’opera ancora più estesa ad altri 90 cantieri per un impegno di ben 1.400.000 euro, risorse interamente finanziate dal nostro Comune.
E’ con grande soddisfazione che faccio un plauso al Sindaco, all’Assessore all’ambiente Mascarin e all’Assessore al lavori pubblici Paolini per l’interesse fattivo che ci ha permesso di distinguerci in Italia assieme ad altri quattro Comuni quali Roma, Padova e Bari per l’opera di riqualificazione e risanamento dell’amianto.

Condividi:

Rispondi