Vertenza King srl, ecco come è andato l’incontro in Provincia a Pesaro

Vertenza King srl, ecco come è andato l’incontro in Provincia a Pesaro
PESARO – Si è svolto oggi presso la sede della Provincia di Pesaro l’incontro per la vertenza della King Srl di Bellocchi (Fano) azienda specializzata nella produzione di accessori per la nautica. Tra i suoi clienti gruppo Ferretti e Azimut Benetti. All’incontro (non si sono presentati i titolari dell’azienda) ma hanno partecipato per la Provincia di Pesaro Urbino il Commissario Massimo Galluzzi assieme aFlavio Nucci, il Sindaco di Fano Massimo Seri e l’assessore Cecchetelli, per le Organizzazioni Sindacali Mauro Masci e Leonardo Bartolucci della FIM CISL Marche Giovanelli Giovanni responsabile AST CISL di Fano, Cinzia Massetti e Marco Monaldi della Fiom CGIL di Pesaro le rsu aziendali in rappresentanza dei lavoratori. Leonardo Bartolucci (FIM CISL) ha ricostruito la vicenda della ditta King precedentemente Art Inox e ha chiesto alle istituzioni di avviare immediatamente un percorso che permetta ai lavoratori (43, da Aprile senza Stipendio) di usufruire degliammortizzatori sociali. Per questo è stato attivato un tavolo tecnico (Direzione Territoriale del Lavaro, Inps e Provincia) per domani mattina presso la sede dell’Ispettorato del Lavoro. E’ stato anche chiesto di monitorare le “mosse” societarie” dell’azienda King Srl e di verificare (come già peraltro segnalato con un esposto fatto il febbraio scorso alla Guardia di Finanza) la regolarità delle operazioni messe in campo dalla King. Con il sindaco di Fano e il Commissario della Provincia si è concordato di attivare immediatamente misure di sostegno per ilavoratori senza retribuzioni dal mese di Aprile. Questa vicenda dai molti lati oscuri e complicati è un forte segnale d’allarme: in questo periodo di crisi il nostro sistema produttivo è soggetto ad operazioni poco trasparenti, alcune volte ai limiti della legalità. La Cisl chiede nuovamente di alzare  il livello di monitoraggio e controllo del territorio per evitare che la nostra Provincia da isola felice diventi facile terra di conquista da parte di sistemi e organizzazioni illegali.
Condividi:

Rispondi