Urbino: Motociclista urta cavo di aquilone abbandonato, incolume per miracolo

Urbino: Motociclista urta cavo di aquilone abbandonato, incolume per miracolo

Il 7 di Settembre scorso si è tenuta ad Urbino una manifestazione molto spettacolare e di grande richiamo
la “Festa dell’Aquilone”.
Ma quanto accaduto ad u motociclista alcuni giorni fa dimostra come, anche un passatempo apparentemente innocente come un aquilone se, usato maldestramente e con imperizia, può rappresentare un pericolo per l’incolumità altrui e causare seri danni e conseguenze alle persone.
All’uscita della galleria Gonzaga sulla “Bretella di Urbino” il motociclista urtava un cavo che attraversava tutta la sede stradale ad altezza d’uomo.
L’impatto col cavo procurava una estesa lacerazione alla manica della sua giacca tecnica.
Segnalata la cosa al commissariato di Pesaro-Urbino, gli agenti che sono andati sul posto si sono trovati di fronte ad un aquilone con il cavo penzolante dal cavalcavia della lunghezza di ben 20 metri lasciato li dal suo manovratore in maniera incauta.
A margine della tradizionale “Festa dell’Aquilone” diversi sono stati i cavi ritrovati abbandonati dai proprietari sospesi negli spazi aerei sulle abitazioni, strade e vie di comunicazione di Urbino
Sono in corso le indagini per identificare l’incauto manovratore dell’aquilone abbandonato.

Condividi:

Rispondi