“Un altro piano sanitario è possibile”: lo slogan di Gioventù Nazionale

“Un altro piano sanitario è possibile”: lo slogan di Gioventù Nazionale

PESARO – “Con lo slogan “UN ALTRO PIANO SANITARIO E’ POSSIBILE” che sui social ha raggiunto migliaia di persone in poche ore, anche i ragazzi di Gioventù Nazionale Pesaro-Urbino, il movimento politico giovanile di Fratelli d’ Italia guidato in provincia da Antonio Baldelli, hanno manifestato la loro contrarietà all’ attuale Piano Sanitario Regionale messo in atto dall’ attuale governo regionale del PD.

Vogliamo ricordare al presidente Ceriscioli ed alla sua Giunta, che la campagna elettorale è ormai finita e quindi le visite ed i proclami a poco valgono se non attuati con scelte precise e coraggiose, che vadano a salvaguardare in concreto il diritto alla salute dei cittadini. Proprio qualche mese fa, hanno promesso il potenziamento di quegli ospedali chiusi invece il 31 dicembre (Fossombrone, Cagli e Sassocorvaro) e di quelli che stanno smantellando (Urbino, Pergola e Fano).
Il silenzio in materia degli amministratori locali, vicini al Partito Democratico, è assordante.
Ancor peggio fa il segretario provinciale dello stesso PD, Gostoli, quando parla di demagogia e strumentalizzazioni, ma si dimentica che è proprio il suo partito a guidare la maggior parte dei comuni, il governo regionale e nazionale.

Abbiamo a cuore il futuro del nostro territorio, delle nostre valli e dei nostri borghi, per questo ci batteremo per far si che non vengano distrutti in nome della spending-review e del politically-correct.
Se andranno a ledere definitivamente anche il diritto alla salute, verrà tolto un altro pezzo del nostro futuro già traballante, costringendo molti nostri coetanei ad emigrare altrove. E questo non vogliamo certo che accada per l’ arroganza e la prepotenza di un partito”.

Gioventù Nazionale Pesaro-Urbino, movimento giovanile ufficiale di Fratelli d’ Italia.
Giacomo Toccaceli, segretario provinciale Gioventù Nazionale e direttivo provinciale di Fratelli d’ Italia.

Condividi:

Rispondi