Terme di Carignano, Noi Città: “Un prezioso alleato nel favorire e incrementare il turismo fanese”

Terme di Carignano, Noi Città: “Un prezioso alleato nel  favorire e incrementare il turismo fanese”

FANO – Mai come in questi giorni i temi del rilancio turistico e della valorizzazione del territorio sono attuali per la città di Fano. La stagione estiva, sebbene protrattasi anche nel periodo autunnale e per via delle temperature miti, si è ormai conclusa ufficialmente. Tuttavia i tour operator delle Marche si stanno già impegnando a tutto campo per “vendere” i nostri luoghi tipici e le nostre ricchezze territoriali ai prossimi potenziali visitatori, stranieri e non. A tal fine, anche la Regione Marche ha sottoscritto un nuovo Protocollo d’ Intesa sull’ Osservatorio regionale per il Turismo e sul Marchio di qualità delle nostre strutture ricettive.
Per la città di Fano, Marco Savelli, presidente della lista civica Noi Città, assieme alla coalizione, ha individuato nella riqualificazione delle Terme di Carignano un prezioso alleato nel favorire e incrementare il turismo fanese, da anni ormai legato esclusivamente alla balneazione. “ Fano è senza dubbio città di mare” – afferma Savelli – “ ma non abbiamo, per fortuna, solo quello! La città è ricca di storia e cultura e abbiamo inoltre una bellissima campagna circostante. Non solo, avere a pochi chilometri dal centro città una stazione termale ci lega fortemente alle nostre alle origini antico-romane e rappresenta un plus al ventaglio di servizi turistici che possiamo offrire non da poco, assolutamente da non trascurare”.
In quest’ottica di rilancio turistico,la lista civica Noi Città è favorevole nel portare a compimento l’accordo di programma relativo al completamento delle strutture termali e il campo da golf (sport per altro reinserito ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro 2016) comprese nei territori di Carignano e suddivisi in superifici in parte nel Comune di Fano e in parte nel Comune di Pesaro, dove appunto sorgerebbe il campo da golf.
La forma da dare alla struttura ricettiva che qui dovrebbe sorgere, al fine di ospitare i visitatori e i pazienti delle Terme, è quella del country-house.“Perché – sostiene Savelli – è attualmente la modalità ricettiva che meglio coniuga natura, salute e lifestyle”.“Infine – conclude – avere come obiettivo il rilancio turistico del nostro territorio è un ottimo tentativo di combattere la crisi. Potremmo riuscirci solamente se sfrutteremo appieno tutte le nostre risorse, cercando di non dipendere unicamente dal turismo balneare ma provando a lanciare anche quello termale con tecniche di destagionalizzazione più mirate ed esclusive”.

Condividi:

Rispondi