Tentano di truffare un religioso con la tecnica della finta donazione. Due bolognesi allontanati da Fano

Tentano di truffare un religioso con la tecnica della finta donazione. Due bolognesi allontanati da Fano

FANO – La Squadra Mobile di Pesaro ha identificato due presunti truffatori di 56 e 60 anni, residenti a Bologna e già noti alle forze di polizia, che, secondo gli investigatori, si preparavano a raggirare un religioso con il sistema della falsa donazione. In pratica il truffatore avvicina la vittima e, fingendosi l’esecutore di un consistente lascito testamentario in suo favore, la convince ad anticipare in contanti fantomatiche spese notarili per la registrazione dell’atto, per poi, ottenuto il denaro, dileguarsi. Non c’è cascato, però, un frate, economo di un Ordine ecclesiastico della zona, insospettito dalla telefonata di un uomo che, presentatosi appunto come l’esecutore di un lascito di 90 mila euro in favore dell’Ordine, chiedeva un appuntamento per la definizione della pratica. Gli agenti hanno così organizzato un servizio di appostamento nel luogo fissato per l’incontro, il parcheggio dell’Ospedale Santa Croce di Fano. All’arrivo del religioso, tuttavia, i due uomini, forse insospettiti dal suo  comportamento circospetto, hanno preferito darsela a gambe. Bloccati dalla polizia, sono stati identificati e allontanati con divieto di ritorno in zona.

Condividi:

Rispondi