Tavolo tecnico sull’insabbiamento di una parte del porto di Pesaro

Tavolo tecnico sull’insabbiamento di una parte del porto di Pesaro

PESARO – “Questa mattina – spiegano dalla Capitaneria di Porto di Pesaro – si è svolto nella sede della Capitaneria di Porto di Pesaro un incontro di natura tecnico-operativa al quale hanno partecipato i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, del Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche – Opere Marittime e la Società “Marche Multiservizi S.p.A.”, al fine di discutere con tutti gli enti interessati (compresa l’Amministrazione Provinciale che, seppur convocata, non ha partecipato) sulla problematica dell’insabbiamento della parte terminale del porto canale e sulle possibili azioni da intraprendere”.

“Il problema dell’insabbiamento del porto canale – spiegano dalla capitaneria – si è accentuato in seguito alle forti piogge che hanno interessato la Regione Marche dall’inizio dell’anno e potrebbero aver avuto anche la conseguenza di un passaggio dei sedimenti dal fiume Foglia al porto canale, con evidente insabbiamento di una porzione del porto per una lunghezza di circa cento metri lineari a partire dal ponte di Soria”.

“Per questo motivo le Amministrazioni presenti hanno richiesto alla Società “Marche Multiservizi S.p.A.” – concludono dalla Capitaneria di Porto – di effettuare subito tutte le verifiche tecniche del caso per appurare il corretto funzionamento del sistema di apertura e chiusura di tutti i passaggi e delle paratoie che permettono la comunicazione tra il fiume ed il porto, in vista dei sopralluoghi congiunti che saranno effettuati con l’Ufficio Tecnico del Comune di Pesaro e con il personale della Capitaneria di Porto, a tutela dell’ambiente marino”.
Sul versante degli accosti, la Capitaneria di Porto ha già intrapreso le azioni più idonee atte a consentire un ormeggio sicuro ed operativo alle numerose unità da pesca e da diporto che sono state interessate dall’insabbiamento del loro posto attualmente occupato.

Tavolo tecnico Capitaneria di Porto a Pesaro

Condividi:

Rispondi