Tagli per circa 540mila euro nel Bilancio di previsione

Tagli per circa 540mila euro nel Bilancio di previsione

FANO – Tagli previsti attorno ai 540.000 euro nel bilancio comunale di Fano approvato lunedì scorso dopo una lunga maratona composta da diverse sedute.

Nella bozza che dovrà poi essere delibera, sono previsti questi tagli:
-180.000€ ai Servizi Sociali
-51.000 all’Urbanistica, Lavori Pubblici, Servizi Cimiteriali e Verde Pubblico
-110.000 allo Sport
-200.000 al Settore del Turismo, Cultura e Musei

L’unico che rimane pressoché invariato è quello dei Servizi Educativi (+3.003).

“Non auguro a nessuno di affrontare un bilancio in queste situazioni – ha esordito il sindaco Seri in conferenza stampa – i tagli ingenti del Governo e della Regione, oltre ai problemi derivanti dal passaggio della frazione di Marotta di Fano sotto il Comune di Mondolfo, ne hanno reso davvero difficile l’elaborazione. Addirittura siamo stati indecisi fino all’ultimo se chiudere o meno una scuola. Ma il dato positivo è che non abbiamo aumentato le tasse”.

Verranno effettuati degli interventi, che avranno l’obiettivo di portare un risparmio nell’arco di 3 anni di qualche centinaio di migliaio di euro. E sono ad esempio la modifica del parco auto del Comune, che ne comprende circa ottanta. Vendendone buona parte, come è già stato fatto con i 3 mezzi in dotazione all’Ufficio Sport, si potrà ottenere un guadagno di circa 30-40.000€ Inoltre, non si dovranno più pagare bolli, assicurazioni e revisioni di veicoli inutilizzati. Si pensa poi al recupero di beni comunali, agli edifici intelligenti per un risparmio sui consumi e più in generale ad una razionalizzazione della spesa. Per ottenere maggiori entrate, come già annunciato, si lavorerà sul contrasto all’evasione e sull’incremento di circa 300.000€ delle sanzioni. Questo grazie anche alle telecamere che verranno installate in punti strategici della città.

Tagliati anche circa 100.000€ alla Fondazione teatro che al tempo stesso dovrà cercarsi sempre più sponsor per mantenere alta la qualità degli spettacoli messi in scena. L’amministrazione inoltre non potrà più farsi carico di importanti manifestazioni. Ridotti quindi i contributi per il Carnevale e per la Fano dei Cesari. Verranno rivalutate le cifre erogate alle società sportive e bisognerà attendere per sapere se ci dovesse essere la possibilità di inserire un ulteriore piano di asfaltature. Proseguiranno i lavori socialmente utili, partiti anche nei giorni scorsi per sistemare le strade e la segnaletica. Si prevede anche l’acquisto di un mezzo per le asfaltature a freddo con lo scopo di ridurre i tempi di lavorazione e garantire una durata maggiore del ripristino. Costo del veicolo 100.000€, ma come assicurato, porterà a benefici e risparmi nel tempo.

Per quanto riguarda i progetti, poi, la giunta punta sul recupero di beni storici, sulla costruzione di case, la realizzazione di piste ciclabili, il dragaggio del porto e le scogliere per la difesa della costa. Verrà riqualificata la zona Sassonia, dove, insieme a Torrette, verranno portate alcune iniziative per agevolare il turismo. Si pensa alla copertura dell’ex Chiesa San Francesco, di valorizzare il Museo, e spostare gli spettacoli dalla Corte Malatestiana, che rimarrà un cortile, nell’ex collegio Sant’Arcangelo, che potrà contenere 483 sedute. È in fase di realizzazione anche un video di pochi minuti sulla città ci Fano che verrà caricato nei siti web e portato nei vari punti informativi.

Condividi:

Rispondi