Strade sicure. Omiccioli, via della Fornace: “E’ ora di agire”

Strade sicure. Omiccioli, via della Fornace: “E’ ora di agire”

FANO – Mi faccio portavoce di moltissimi cittadini che mi hanno segnalato la pericolosità di Via della Fornace. Dopo
l’apertura dell’interquartieri questa via viene percorsa da numerosi veicoli pesanti e furgoncini che
sfrecciano ad elevatissima velocità, oltre al normale traffico veicolare. La via è appena sufficiente per far
passare due auto in senso opposto, tanto che, proprio qualche giorno fa, un cartello di attraversamento
pedonale è stato colpito e girato dall’urto di un furgoncino. Sono mesi che segnaliamo la necessità di
prendere provvedimenti anche perché i pedoni e ciclisti sono in grave pericolo, vedendosi sfrecciare i
veicoli a un passo da loro, non essendoci marciapiedi. Per questo vi invito a rendere la via più sicura (tante
sono le soluzioni tra cui scegliere: dissuasori di velocità, segnaletica per rendere la via a 30 Km/h,
realizzazione di un eventuale senso unico con corsia ciclo-pedonale, ecc.) al fine di evitare futuri incidenti
che mettano a rischio l’incolumità e la vita delle persone. Da alcuni mesi attendiamo una soluzione per
questa via: in consiglio comunale l’Assessore Fanesi ci aveva detto che dopo gli studi dei flussi di traffico sia
via della Fornace, sia via Fanella (altra via ad alto rischio) avrebbero subito modifiche e sarebbero stati
implementati quasi sicuramente sensi unici e corsie ciclo-pedonali. E’ ora ormai di agire.
Cordiali saluti
Omiccioli Hadar.

Condividi:

Rispondi