Sindaco Seri: “Caminate e Pontesasso sono le priorità”. L’amministrazione incontra i residenti per illustrare la situazione dei lavori su Rio Crinaccio

Sindaco Seri: “Caminate e Pontesasso sono le priorità”.  L’amministrazione incontra i residenti per illustrare la situazione dei lavori su Rio Crinaccio

FANO – Si è svolto nel centro civico di Ponte Sasso il secondo dei due incontri che Sindaco e Giunta hanno voluto organizzare con i cittadini per ascoltarli, per condividere i problemi e per illustrare i lavori che si stanno facendo per risolverli. Dopo l’appuntamento di martedì a Tombaccia, l’amministrazione ha voluto affrontare la delicata situazione che si è creata a Ponte Sasso dopo l’allarme della passata estate.

“L’esondazione del torrente Rio Crinaccio e il conseguente allagamento della zona è stata l’emergenza che questa estate ha accolto la Giunta entrante e che da subito abbiamo affrontato come priorità” ha dichiarato il Sindaco. “I primi interventi sono stati finalizzati a ridurre i danni, immediatamente dopo ci siamo adoperati per capire le cause vere e del perchè di quanto era accaduto” commenta l’Assessore Marco Paolini spiegando come sia stato necessario da prima studiare la situazione per evitare interventi che, se fatti senza approfondimenti, potevano perfino aggravare la situazione. “Per questo” continua il Sindaco “abbiamo incaricato un ingegnere idraulico che si sta impegnando in uno studio serio del territorio. Stiamo inoltre avviando un lavoro di bonifica dei fossi di competenza comunale, ci siamo mossi appena il blocco della spesa lo ha reso possibile”.

Altra tema caldo in discussione è stato il referendum che ha visto una parte di Marotta staccarsi dal comune di Fano con conseguente pericolo per i residenti di perdere alcuni servizi. “L’amministrazione ha fin da subito deciso di contestare la scelta del referendum ma una volta preso atto di ciò che accadeva ci siamo impegnati per continuare a garantire i servizi ai cittadini” ha dichiarato l’Assessore Samuele Mascarin “gli uffici dei servizi educativi del Comune hanno lavorato per assicurare ai bambini e alle famiglie un passaggio il più possibile indolore garantendo loro i servizi anche oltre il 31 dicembre in modo da coprire l’intero anno scolastico”. “Dallo studio della situazione stanno emergendo inoltre problemi sul procedimento che ha portato la Regione ad approvare la legge” ha infine spiegato Pietro Celani, Capo di Gabinetto del Comune di Fano, “abbiamo motivi per sperare che le ragioni del ricorso vengano accolte e che il Tar rimetta gli atti alla Corte Costituzionale”.

Ponte Sasso non significa per l’amministrazione solo emergenze “vorrei che la pista ciclabile che collega il litorale a nord di Fano unisse anche il tratto a Sud, cominceremo a lavorarci da subito. E’ vero che attualmente non abbiamo risorse ma solo con un progetto pronto e serio potremmo candidarci e concorrere all’eventuale opportunità costituita dai fondi europei” ha concluso il Sindaco.

Fano, 30 ottobre 2014 Massimo Seri

Condividi:

Rispondi