Si rinsalda il Patto d’Amicizia tra Fano e Gandia

Si rinsalda il Patto d’Amicizia tra Fano e Gandia

FANO – Si rinsalda il Patto di Amicizia tra Fano e Gandia, ora ancora più vicine dopo il viaggio di una delegazione istituzionale della nostra città nella capitale della Comarca della Safor. L’occasione per stringere il legame già esistente fra le due realtà cittadine è stata l’edizione 2018 delle Fallas, una tradizionale festa della Comunità Valenciana che si tiene ogni anno dal 14 al 19 marzo e che dal 2017 è stata riconosciuta Patrimonio Immateriale dell’Umanità per l’Unesco.
All’origine di queste celebrazioni c’è il culto di San Giuseppe, padre di Gesù e patrono dei falegnami. Nel corso dei secoli esse si sono trasformate in un articolato evento che ha diverse affinità col nostro Carnevale, anche se le magnifiche creazioni degli artigiani valenciani sono statiche e non in movimento come i nostri carri. Delle vere e proprie opere d’arte che vengono realizzate dalle varie organizzazioni di ciascun quartiere, dove rimangono esposte in attesa del giudizio della giuria del concorso che stabilisce quale sia la più bella e del successivo rogo finale che dalle fiamme risparmia solamente una parte del monumento vincitore per conservarla nel museo fallero.
In quei giorni l’intera popolazione è coinvolta nei festeggiamenti, con una larga ed appassionata partecipazione di persone in costume tipico. Splendidi quelli femminili, assai elaborati ed indossati con l’ambizione di bambine e ragazze più adulte di aggiudicarsi i titoli di madrine.
A gennaio da Gandia erano venute a Fano ad assistere alla prima sfilata del Carnevale la sindaca Diana Morant Ripoll, l’assessora Liduvina Gil, la tecnica dell’ufficio turismo Olatz Megia e l’addetta alla comunicazione Zoa Sanz. Di qui l’invito rivolto alla Presidente dell’Ente Carnevalesca Maria Flora Giammarioli, che accompagnata dall’assessore Caterina Del Bianco ha presenziato ai momenti più importanti della manifestazione venendo accolta ovunque con calore, complice pure l’entusiastico resoconto fatto dalla spedizione ufficiale spagnola di ritorno dall’esperienza fanese.
Si sono così potuti allacciare rapporti diretti col Presidente delle Fallas locali Telmo Gadea e le principali istituzioni cittadine, ponendo le basi per future e proficue collaborazioni. Sempre presenti anche i due promotori del gemellaggio tra Fano e Gandia, Mauro Tallevi, fanese ma stabilito ormai a Gandia da anni e Massimiliano Barbadoro di “Amici senza frontiere”.
Prossimo appuntamento a giugno per il Concorso Internazionale della Fideuà, specialità di mare di quella zona, dopo che nello scorso settembre il Presidente dell’Associazione Gastronomica Fideuà di Gandia, Avelino Alfaro era stato ospite al nostro Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce

Condividi:

Rispondi