Sequestro di prodotto ittico nel porto di Ancona. Proseguono i controlli a tutela della filiera della pesca e della sicurezza alimentare da parte dei militari della Guardia Costiera

Sequestro di prodotto ittico nel porto di Ancona. Proseguono i controlli a tutela della filiera della pesca e della sicurezza alimentare da parte dei militari della Guardia Costiera

ANCONA – “ Nella mattinata odierna gli uomini della Guardia Costiera di Ancona, sotto il coordinamento della Direzione Marittima di Ancona – 7° Centro di Controllo Area Pesca, congiuntamente agli ispettori Croati del progetto JDP (Joint Development Plan), che vedono coinvolte le due nazioni per il controllo degli stock ittici per la commercializzazione del tonno rosso, del pesce spada e dei piccoli pelagici, hanno provveduto al sequestro di circa 50 Kg di prodotto ittico di varie specie, presso uno stabilimento di vendita all’ingrosso sito nel porto dorico, nonché all’elevazione di una sanzione amministrativa pari a 1.500 € . Il prodotto ittico in parola, è stato rinvenuto nelle celle frigorifere, privo di etichettatura e di documentazione commerciale che ne attestassero la rintracciabilità.Il pescato, attesa la mancanza di indicazioni relative alla provenienza nonché delle informazioni previste dalla normativa vigente in materia di tutela del consumatore a garanzia della salute umana e della sicurezza alimentare, sarà e   smaltito da ditta appositamente autorizzata.Le attività di controllo da parte degli uomini e le donne della Guardia Costiera saranno intensificate durante tutto il periodo delle festività pasquali, per assicurare il rispetto delle norme in materia di rintracciabilità del prodotto ittico, nonché il corretto esercizio delle attività di pesca, garantendo, al contempo, la salvaguardia della salute pubblica e la tutela delle risorse biologiche”.

Condividi:

Rispondi