Senigallia: domani spettacolare esercitazione di soccorso ad aeromobile incidentato in mare

Senigallia: domani spettacolare esercitazione di soccorso ad aeromobile incidentato in mare

Nella giornata di domani 8 novembre 2016, condizioni meteo-marine permettendo, si svolgerà, nelle acque antistanti il comune di Senigallia un’esercitazione marittima complessa denominata “AIRSUBSAREX 2016” nel corso della quale verrà simulata la ricerca ed il soccorso a favore di un aeromobile incidentato in mare.

All’esercitazione, che rientra nel programma delle esercitazioni marittime complesse nazionali che il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera- ha previsto per il 2016, parteciperanno n° 4 unità navali della Guardia Costiera, n° 1 imbarcazione del Distaccamento Portuale dei Vigili del Fuoco di Ancona, n° 1 unità della Guardia di Finanza e n° 1 motovedetta del Servizio navale della Polizia di Stato.

Per le attività di ricerca aerea è previsto l’impiego di un elicottero tipo AW 139 in forza al 3° Nucleo Aereo Guardia Costiera di Pescara ed un elicottero tipo HH 139 in forza al Comando Operazioni Aeree dell’Aeronautica Militare di Poggio Renatico.

Tutti i suddetti mezzi opereranno sotto il coordinamento della Direzione Marittima di Ancona.

Per quanto concerne la macchina dei soccorsi a terra (coordinata dalla Prefettura di Ancona, dalla Protezione Civile Regionale e dal Servizio 118) verrà predisposto un servizio di soccorso con autoambulanza ed automedica, nonchè la gestione della viabilità nelle aree interessate, unitamente al servizio di ordine pubblico e sicurezza, a cura delle Forze di Polizia partecipanti.

A seguito dell’attività di ricerca in mare, i naufraghi (simulati, per l’occasione, da Personale del 1° Nucleo Subacquei della Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto) e le salme recuperate (rappresentate da manichini forniti dal Servizio Infrastrutture, Trasporti ed Energia della Regione Marche) saranno condotti dalle unità navali e dai mezzi aerei presso il punto di sbarco individuato nella banchina n. 1 del porto di Ancona.

L’esercitazione, finalizzata principalmente a testare i Piani di emergenza predisposti dai vari Enti interessati ed a verificare le capacità di ricerca/scoperta dei mezzi aeronavali partecipanti, sarà integrata da una simulazione di inquinamento che vedrà l’intervento di mezzi disinquinanti della Società API e della Società Castalia (Società concessionaria del servizio antinquinamento del Ministero dell’Ambiente) sotto il coordinamento della Capitaneria di Porto di Ancona.

Condividi:

Rispondi