Se le scuole sono i questo stato la colpa è solo della Provincia

Se le scuole sono i questo stato la colpa è solo della Provincia

FANO – Vogliamo rispondere ai Giovani Democratici Fano, che hanno dipinto il degrado della scuola pubblica come eredità dei Governi di Centrodestra che si sono susseguiti nel corso degli anni. Forse non sanno che l’edilizia delle scuole pubbliche è di competenza della provincia e che per quanto la crisi economica si sia fatta sentire, la nostra provincia non ha mai fatto nulla di concreto per le scuole fanesi negli ultimi anni, come dimostra lo stato di degrado in molte delle nostre scuole, sia a livello delle mura esterne che soprattutto interne. La situazione è ancora più paradossale considerando che ci sono ben tre Assessori Provinciali eletti con i voti di Fano, ovvero Davide Rossi, Renato Claudio Minardi e Massimo Seri, attuale candidato Sindaco della Sinistra fanese. 

Il problema non è quindi delle scuole in sé e neanche del Governo centrale, ma della Provincia che vede le scuole e l’edilizia scolastica subordinata alle altre cose e, pur riuscendo a trovare fondi per organizzare il “Festival della Felicità” e altre iniziative, non riesce mai a stanziare soldi per interventi mirati a risollevare le criticità della scuola pubblica. Non a caso crediamo che l’inefficienza delle provincie su questo ed altri aspetti contribuirà alla loro cancellazione, come dimostra il mancato rinnovo della giunta provinciale nelle elezioni del 25 Maggio prossimo.  Sarebbe una buona idea sviluppare una statistica su tutte le scuole della provincia a livello di edilizia, che sia chiara e accessibile a tutti, per capire nello specifico quali sono le criticità e in modo da poter intervenire con più tempestività, ammesso che a differenza di questi ultimi anni ci siano il desiderio e l’interesse per farlo. A questo proposito, presenteremo le nostre idee per la Città che ci impegneremo a rispettare nel nostro piccolo e il nostro Coordinamento in una Conferenza Stampa Lunedì 17 Febbraio alle ore 15.15 al Pino Bar.

Coordinamento Fano Giovane Italia

Condividi:

Rispondi